molo beverello È stato definito ieri mattina il nuovo piano di sicurezza per i turisti che arrivano a Napoli via mare o aerea: porto e aeroporto, infatti, godranno a breve di un restyling per migliorare l’immagine della città e di un notevole aumento della sicurezza. Nel progetto saranno coinvolte tutte le istituzioni, affinché il turista che sbarchi sul molo o che arrivi a Capodichino si trovi dinanzi ad uno scenario che non includa borseggiatori o abusivi, bensì sicurezza, infopoint e mezzi di trasporto che colleghino facilmente alla città. Ieri mattina il piano di interventi è stato presentato nella Prefettura di Napoli con il prefetto, Andrea De Martino, il questore Luigi Merolla, Autorità Portuale, Mauro Pollio, amministratore delegato di Gesac, Polizia municipale, Salvatore Naldi di Federalberghi e Enac. Nella zona porto saranno intensificati i controlli per la sicurezza e organizzato il rifacimento dell’arredo e della segnaletica. Il Comune di Napoli, inoltre, potrebbe istituire una nuova fermata dell’Alibus, il pullman che collega la città all’aeroporto di Capodichino, proprio all’interno del porto. Qui Federalberghi realizzerà un Info Point per i turisti, a testimonianza di una sinergia tra le istituzioni e le aziende che potrebbe realmente alzare gli standards di accoglienza e sicurezza.

Il questore Luigi Merolla, in occasione della presentazione del progetto, ha affermato: “Questo piano rientra in un complesso programma di controllo della sicurezza. Gli uomini già impiegati saranno disposti diversamente in queste aree per evitare borseggi, furti, aggressioni”.

aeroporto capodichino

Per l’aeroporto di Capodichino, invece, si lotterà contro la sosta abusiva e il traffico. Lo stesso prefetto De Martino ha sottolineato: “Di questa città viene fuori sempre il lato negativo, ma con questa sinergia tra attori diversi, istituzioni, associazioni, imprenditori, autorità e enti, cerchiamo di migliorare due importanti punti di accesso alla città evitando spiacevoli sorprese a turisti che viaggiano per mare e a quelli che atterrano a Capodichino”.