pedofiliaPortato al pronto soccorso per una sospetta appendicite, si scopre la violenza sessuale. Il drammatico ed inquietante caso accade ad un bambino di tre anni, figlio di una donna agli arresti domiciliari e di un uomo attualmente in galera.
Residente a Santa Maria Capua Vetere, la madre aveva affidato il bimbo al pronto soccorso dell’ospedale di Marcianise a causa di una sospetta colica addominale. Erano diversi giorni che il piccolo accusava forti dolori all’addome. Subito dopo, però, è stato trasferito all’ospedale Santobono di Napoli, dove l’equipe medica ha scoperto la tragica e grave situazione in cui versava: a seguito di una probabile violenza sessuale il bimbo, di soli tre anni, presentava una lacerazione del tessuto nel retto.

Sottoposto ad un intervento di sei ore per scongiurare una pelviperitonite, il bambino ha rischiato la vita. Le indagini sul caso sono condotte in modo incrociato da magistrati e forze dell’ordine. Mentre la madre del bambino, agli arresti domiciliari, chiede proprio al magistrato di fare chiarezza sui primi soccorsi ricevuti presso l’ospedale di Marcianise, gli inquirenti si concentrano anche sull’ambito domestico. Il compagno della donna è in carcere.

abuso_sessuale

I medici hanno archiviato l’ipotesi relativa ad una banale appendicite non appena visitato il piccolo. La brutale condizione in cui versava poteva progressivamente causare l’occlusione dell’intestino. Per tale motivo i medici hanno dovuto praticare al bambino una colostomia al fine di evitare l’uso del retto.

Quando le condizioni psicologiche e fisiche saranno migliorate, gli inquirenti non escludono che anche il bimbo possa venire ascoltato dagli esperti che coordinano le indagini e dagli psicologi. Gli interrogatori proseguono senza sosta ed è stata ascoltata anche la sorella della piccola vittima. Per il momento sembra che il peggio sia passato, soprattutto perché il bambino è fuori pericolo di vita.

Le indagini si concentreranno sull’oscura situazione familiare, cercando di stabilire quale violenza sia stata compiuta e, soprattutto, da chi.