Obiettivo sicurezza: il sindaco de Magistris ha firmato una direttiva-circolare che mira a potenziare il livello dei controlli in città e parallelamente combattere quella che è definita come ‘violenza da strada’. La circolare, fatta pervenire al Prefetto di Napoli Francesco Musolino e al Questore Luigi Merolla, si rifà alla legge 125 del 2008 che attribuisce al Sindaco poteri in materia di incolumità pubblica e sicurezza urbana e al decreto Maroni del 2008 che definisce gli ambiti di intervento in tale materia.

La direttiva firmata dal sindaco de Magistris divide Napoli in quattro macro aree: piazza Garibaldi, piazza Principe di Napoli e zone limitrofe; piazza Dante – via Toledo – piazza Plebiscito – Galleria Umberto I; Decumani – Centro storico – Piazza Bellini; Lungomare liberato-via Caracciolo. Inoltre il documento del primo cittadino sottolinea come gli organici di Forze dell’ordine e polizia locale “appaiono insufficienti per affrontare tutte le criticità e di conseguenza appare, pertanto, indispensabile dare specifici indirizzi e priorità promuovendo un concorso di azioni strategiche ed interventi mirati per garantire il diritto alla sicurezza ed alla qualità della vita urbana”.

La direttiva si pone tre obiettivi per assicurare maggiore sicurezza: la rimodulazione dei presidi della Polizia Locale in base alle necessità emergenti con lo scopo di rendere l’azione di contrasto più adatta alle esigenze attuali; stretta relazione operativa tra i diversi Servizi dell’Ente e le Società Partecipate con la stesura di un piano di azione congiunta; bonifiche delle aree di degrado e illegalità, con un occhio particolare ai luoghi dove si svolge la vendita di merci contraffatte, all’abusivismo commerciale, allo spaccio di droga e all’abuso di superalcolici.

In particolare nella prima macro-area dovranno esserci servizi di controllo da parte della Polizia Locale in orario antimeridiano e pomeriggio serale, una costante azione di contrasto all’illegalità, attenzione alla pulizia dei luoghi e un potenziamento della videosorveglianza. Per quanto riguarda la seconda macro-area anche qui dovranno essere previsti servizi di Polizia Locale in orario antimeridiano e pomeridiano serale, campagna di informazione sui pericoli derivanti dall’acquisto illegale di merce, lotta al degrado urbano e ai comportamenti irregolari.

Per l’area Decumani-Centro storico-Piazza Bellini attenzione puntata sulla zona pedonale del decumano Superiore ed Inferiore, presenza della Polizia Locale, lotta al degrado, miglioramento della segnaletica di indicazione turistica e riparazione degli arredi. Per il Lungomare la circolare sulla sicurezza di de Magistris prevede la presenza di servizi di Polizia Locale e lotta all’abusivismo. Infine, in tutta Napoli la direttiva auspica lo sviluppo di un piano di videosorveglianza con impianti efficienti.