In questi giorni e fino al 1 Febbraio 2016 si terrà nella Sala Carceri di Castel dell’Ovo una mostra fotografica dedicata ai bambini di Scampia.

Davide Cerullo utilizza i volti, le espressioni sofferenti e quelle speranzose di bambini cresciuti troppo in fretta per parlarci dell’innocenza rubata e della speranza di cambiamento che ogni giorno si scontrano con la dura realtà.

Scampia. Volti che interrogano” è una mostra che grida e che si fa sentire, anche perchè Cerullo è stato uno di quei bambini e certe cose le ha provate sulla propria pelle. E’ nato e cresciuto tra le Vele di Scampia e molto presto è stato arruolato tra le fila della malavita partenopea. Arrestato, poi rinato grazie alla lettura del Vangelo, oggi Cerullo guida l’associazione culturale “L’Albero delle Storie” e ogni giorno lotta contra il disagio giovanile, cercando di dare un’alternativa a quei bambini cresciuti troppo in fretta attraverso i giochi, l’educazione e la cultura.

La mostra, ad ingresso libero, sarà visitabile presso le Sale delle Carceri dalle ore 10.00 alle ore 15.00 con ultimo accesso alle ore 14.45 (giorni feriali). Nei giorni festivi, invece sarà accessibile dalle ore 9.30 alle ore 14.00 con ultimo ingresso alle ore 13.45.