Torna l’imperdibile appuntamento con la musica d’estate. Per il quarto anno consecutivo profani ed intenditori potranno assistere ad uno spettacolo davvero unico in una cornice magica. Una location d’eccezione per un festival sopra le righe: il “Sant’Elmo Estate 2011”. Tre serate speciali tra musica e stelle: i concerti, infatti, si terranno all’aperto, sulla terrazza del castello. Un’atmosfera romantica e senza eguali che non potrà deludere le aspettative degli spettatori che potranno godere di un panorama mozzafiato e della bellezza delle notti estive.  Il primo a salire sul palco, mercoledì 29 giugno, sarà Niccolò Fabi, cantautore romano particolarmente apprezzato per i testi delle sue canzoni, delle piccole poesie d’autore, che non possono far altro che emozionare sin dal primo ascolto. A precederlo sul palco, Andrea Cassese, cantautore e chitarrista napoletano. La serata inizierà alle ore 21.00. I biglietti potranno essere acquistati al costo di 20 euro più la prevendita. Gli altri due appuntamenti sono previsti, rispettivamente, per domenica 3 e per giovedì 7 luglio. Il 3 luglio sarà la volta di due band: Larry Franco – Swingtet, composta da cinque musicisti, e la Tribunal mist jazz band, che include ben 21 elementi. La serata conclusiva, invece, ospiterà la musica di Carlo Faiello, celebre componente della Nuova Compagnia di Canto Popolare, e di Peppe Sannino, percussionista di rara bravura. I biglietti per entrambe le serate, che inizieranno come la prima alle ore 21.00, sono acquistabili al prezzo di 12 euro esclusa la prevendita. Come è facile notare, i costi sono estremamente contenuti tenuto conto, anche, della particolarità dell’evento. Gli stessi organizzatori ci tengono a sottolineare il prezzo “anti-crisi” dei biglietti. Le scorse edizioni sono state un successo, anche grazie agli artisti saliti sul palco: dagli Avion Travel a Tricarico.

Una sola raccomandazione: la terrazza del Castel Sant’Elmo sarà attrezzata per l’occasione, cosicché ciascuno spettatore possa assistere al concerto comodamente seduto. I posti a sedere, tuttavia, non sono numerati. Quindi, per assicurarsi una buona visuale, è consigliabile recarsi al castello leggermente in anticipo rispetto all’orario di inizio.