E’ passato quasi inosservato il primo giorno della tassa di sbarco imposta dai comuni di Capri e Anacapri. I consumatori non hanno protestato, ma le tasse comunali sicuramente avranno iniziato a vedere i primi benefici. Nè agli imbarchi né presso gli uffici della Capitaneria di Porto  si sono registrate polemiche per l’aggravio di 1,50 euro sui biglietti di traghetti e aliscafi in partenza per l’Isola Azzurra.

Nella giornata di ieri sono stati registrati a Capri 7.500 arrivi, che tradotti in euro sarebbero secondo le prime stime circa 10mila euro, incassati in un solo giorno. A questa cifra va detratto circa il 10-15 per cento, relativo alle fasce d’esenzione che comprendono i residenti, i proprietari di seconde case e i lavoratori pendolari.