Sabato 29 Novembre 2014 alle ore 11.00 presso il “Blu di Prussia” via Filangieri 42 – Napoli, l’Avvocato penalista Enrico Tuccillo presenta il suo libro “Crue, i Codici del Potere”.

Modera l’evento il giornalista Antonio Corbo, madrina Imma Pempinello con interventi del Prof. Antonio Iodice e letture di Annie Pempinello.
– La letteratura trova, in un’opera come questa, la conferma della sua funzione principale: costruire una piacevole oasi a vantaggio del lettore, così che questi possa ritagliarsi uno spazio di creatività e di sogno all’interno della freddezza della società contemporanea.

Una volta gli dissi che il potere a quel livello è pura solitudine, non potendo avere neanche un volto e lessi una profonda tristezza oltre il suo sguardo”.

La metafora dei Pirati insegna proprio la difficile arte della coniugazione tra il Potere e l’Amore. Ieri, così come oggi, lo sforzo di una generazione è proprio quella di dover coniugare Potere e Amore oppure, per usare la terminologia del grande Georg Simmel, “Vita” e “Forma”.

Crue, il “Pirata”, è colui che esercita il potere. Ordina i saccheggi, le catture, le stragi. Rappresenta coloro la cui decisione è ineluttabile: i generali, il boia, lo stupratore, l’assassino. Al suo fianco Irice, la regina che esercita la più grande forza dell’universo: la femminilità. Ma il potere è “sterile”, perché solo l’amore può generare.

I due “potenti” ruberanno un figlio che dovrà, poi, scegliere tra il bene e il male.

La maledizione si abbatterà sugli abitanti del Mediterraneo; essi però vengono misteriosamente protetti e salvati dall’amore.