Il pianoforte “condiviso” ubicato presso la Stazione principale di Napoli, in Piazza Garibaldi, è stato vandalizzato ieri, giovedì 25 Febbraio. Protagonista dell’amara vicenda, una donna, in evidente stato di ebbrezza, che ne ha distrutto il leggìo, rendendo l’apparecchio musicale inutilizzabile.

Gli uomini della sicurezza, repentinamente intervenuti, non sono riusciti ad impedire il gesto scellerato, ma hanno certamente evitato un peggiore deterioramento, allontanando nell’immediato l’autrice dell’atto vandalico e sigillando il pianoforte con un nastro rosso e bianco per esplicitarne l’inservibilità.
Anche in precedenza la donna si era negativamente distinta per l’intenzione di compiere simili tentativi, mai sino a ieri, concretizzati.

Il medesimo atto di inciviltà e incuria è stato purtroppo compiuto anche agli inizi di Novembre da alcuni vandali, suscitando indignazione e amarezza dei numerosi cittadini e viaggiatori. Nel giro di pochi giorni però, lo strumento fu riparato e riposizionato nella stazione.

Il pianoforte fu installato nell’Aprile del 2015 da “Grandi Stazioni”, la società controllata al 60 per cento da Ferrovie dello Stato e al 40 per cento da Eurostazioni Spa, che si pone l’obiettivo di riqualificare, valorizzare e gestire le quattordici principali stazioni ferroviarie italiane, tra le quali, Napoli.
Eccetto queste singolari vicende di deturpamento, l’iniziativa ha coniugato musica, viaggiatori, artisti specializzati o improvvisati, pendolari, studenti e professionisti, trasformando la stazione da luogo di passaggio a stabile punto di incontro, aggregazione e condivisione.

Ci auguriamo che il guasto sia riparato quanto prima, affinchè il pianoforte riprenda ad allietare le giornate di tutti i passanti.