Se tu attacchi gli altri si devono difendere“, si può sintetizzare in queste parole la filosofia calcistica del tecnico partenopeo. Lui, Rafa Benitez, non ci sta mai a perdere. Vincente per natura e soprattutto di indole, vuole fare bella figura stasera tra le mura del San Paolo e battere la Lazio, per approdare ad una scoppiettante semifinale contro la Roma. Perchè per lui la Coppa Italia è un trofeo importante, nonostante l’atteggiamento snob di alcune squadre.

Casa Napoli. Tutto tranquillo a Castel Volturno, nonostante il maltempo degli ultimi giorni, i ragazzi di Benitez si sono allenati con costanza concentrandosi solo sul match di questa sera. Il pareggio con il Chievo è solo un ricordo. Un punto da cui ripartire. Nonostante tutto però, Rafa Benitez è riuscito a tirar fuori qualcosa di positivo, visto il pauroso possesso palla tenuto dal Napoli nella ripresa. Segnali incoraggianti per l’allenatore e per la squadra, nonostante le critiche per gli errori sotto porta. Probabile turn over in vista per alcuni uomini, specialmente in attacco, dove si potrebbe rivedere nuovamente Duvan dall’inizio con Higuain che dovrebbe partire dalla panchina. Possibile anche l’esordio dal primo minuto di Jorghino che consentirebbe di far rifiatare Inler, incappato in un periodo non proprio esaltante. I dubbi sugli esterni ed in difesa sono pochi data la ristrettezza di opzioni. Probabile anche l’impiego di Insigne dal primo minuto.

Stasera in un San Paolo come sempre pieno, gli azzurri sfideranno il loro passato remoto giocando contro la Lazio guidata dall’ex Edy Reja. Lui che questo Napoli lo ha preso in braccio quando era ancora in fasce, stasera dovrà fare i conti con quel bambino che oggi è diventato un uomo affamato di vittoria.