Continua l’ondata di gelo che sta interessando tutta l’Italia: in Campania è l’Irpinia la zona più colpita, ma neanche Napoli si risparmia fiocchi di neve e disagi connessi al freddo intenso. Proprio in provincia di Avellino, ad Ariano Irpino, è morta un donna giunta  in ospedale per un principio di assideramento: la vittima, un’ottantenne di Monteleone di Puglia, aveva trascorso la notte all’addiaccio per paura di essere travolta dal tetto della propria abitazione ricoperto di neve.

Inutili le cure a cui è stata sottoposta nel nosocomio: l’anziana è la terza persona morta in Irpinia per cause che possono essere fatte risalire alle difficili condizioni meteo. Nei giorni scorsi sono deceduti Annamaria Di Cristo, uccisa nel crollo (dovuto alla troppa neve) del tetto della serra nella quale lavorava,  e Giuseppe Famiglietti, 51enne di Frigento, colto da un malore mentre spalava la neve nei pressi della sua abitazione.

La situazione meteo è tale che la giunta regionale ha approvato una delibera con la quale ha dichiarato la stato di emergenza a carattere regionale: un provvedimento che rende disponibile immediatamente 500 mila euro per interventi connessi al maltempo. Soddisfazione è stata espressa dall’assessore regionale alla protezione civile Edoardo Cosenza: “Sono risorse utili per far fronte a necessità immediate che verranno segnalate dalle Prefetture e per realizzare opere di sussidiarietà nei confronti degli enti locali. Già abbiamo effettuato un approvvigionamento di sale per la viabilità stradale”.

Proprio la circolazione è quella che sta creando i maggiori disagi: per diverse ore è stata chiusa l’A16 Napoli-Canosa per dare la possibilità di spargere il sale sulle carreggiate, mentre rimane chiusa al transito per la presenza di ghiaccio la strada che conduce dalla località ‘La Siesta’ fino al Cratere. Per quanto riguarda invece i treni si registrano disagi soprattutto sulle tratte che collegano la Campania con la Puglia. Ci sono anche i lati positivi: a Montesarchio (provincia di Benevento) un 27enne ha tentato il suicidio gettandosi da un’altezza di sette metri, ma si è salvato grazie alla neve che ha attutito la caduta.