Per un anticiclone che va, un altro che viene: neanche il tempo di esultare perché Scipione sta abbandonando l’Italia ed ecco che sullo stivale arriverà Caronte che farà restare le temperature decisamente oltre i trenta gradi. Se al nord sono già arrivati gli acquazzoni che hanno spazzato via l’afa che da una settimana accompagna le nostre giornate, il sud è ancora alle prese con il grande caldo.

Tutto però dovrebbe finire nel giro di qualche giorno: tra oggi e martedì, infatti, Scipione, l’anticiclone subtropicale che arriva dall’Africa sahariana  responsabile del grande caldo, abbandonerà anche il mezzogiorno d’Italia; a spazzarlo via saranno i venti provenienti dal Nord che faranno scendere le temperature di un paio di gradi e porteranno anche un abbassamento dell’umidità, riducendo la sensazione di afa. Non ci saranno i nubrifagi che si sono verificati al nord e che dovrebbero andare avanti oggi sull’alto Piemonte, sui rilievi della Lombardia e sulle Alpi orientali, ma anche nella nostra Regione dovrebbe esserci un’aria più respirabile.

Il caldo torrido però è destinato a tornare nel giro di poco tempo: la tregua, infatti, durerà soltanto fino al prossimo fine settimana, quando in Italia sbarcherà con le sue temperature elevate un altro anticiclone subtropicale, Caronte, che ci terrà compagnia per almeno otto giorni. Ad inizio luglio quindi ci aspettano giorni bollenti: le temperature nel sud Italia, Sicilia e Sardegna, raggiungeranno i quaranta gradi, mentre andrà un po’ meglio a Roma, Bologna e Firenze dove si toccheranno ‘soltanto’ i 37 gradi. Sarà questo anticiclone a dare il vero e proprio benvenuto all’estate.