Eccolo Circe sbarcare a Napoli: nella notte la città è stata investita da un temporale, con fulmini e tuoni che hanno accompagnato il sonno dei napoletani. La situazione si è andata calmando in mattinata, ma nel pomeriggio è previsto un ulteriore peggioramento: il maltempo e le temperature miti andranno avanti per altre 48 ore, prima di lasciare nuovamente spazio al caldo torrido. Giovedì, infatti, in Italia è previsto l’arrivo di Ulisse, corrente africana che porterà le temperature nuovamente vicino ai 40 gradi nel prossimo fine settimana.

Fino a mercoledì però il meteo segnala pioggia anche a Napoli: il temporale di questa notte ha causato un guasto alla centrale elettrice di Terna che ha provocato il blocca del termovalorizzatore di Acerra: lo rende noto l’assessorato regionale all’Ambiente e Ciclo integrato rifiuti in un comunicato in cui si legge anche che sono in corso i lavori di riparazione del guasto.

Intanto nel pomeriggio è previsto un ulteriore peggioramento delle condizioni meteo che potranno causare anche difficoltà nei collegamenti con le isole del golfo. Previsioni all’insegna di pioggia e vento anche per martedì e mercoledì, poi sarà nuovamente il sole a splendere su Napoli. Giovedì, infatti, Circe abbandonerà l’Italia e ci sarà il ritorno del bel tempo e un innalzamento delle temperature: il termometro tornerà vicino ai quaranta gradi nel fine settimana del 28 e 29 luglio con l’arrivo sulla penisola di Ulisse che riporterà il caldo africano nel nostro paese.

L’ondata di calore sarà di breve durata, ma grande intensità: al sud e in Sicilia sono previsti quaranta gradi, mentre Napoli, insieme a Roma, Bologna e Firenze, si ‘accontenterà’ dei 37 gradi previsti.