La notte del 14 maggio 2011 Napoli resterà sveglia ad ammirare l’arte. Questo l’intento della terza edizione della “Notte dei Musei”, iniziativa indetta dal MiBAC su tutto il territorio nazionale, che quest’anno rientra nel circuito più ampio di un progetto collettivo europeo, dal momento in cui anche in diversi Stati della Comunità Europea i musei statali resteranno aperti dalle ore 21 fino alle ore 2.30 con ingresso assolutamente gratuito.
Questa lodevole iniziativa è volta ad una fruizione inusuale dell’arte, rendendola un “prodotto” accessibile a tutti, ma anche un’alternativa diversa dal solito per trascorrere un sabato sera lontano dai classici divertimenti. La mission del progetto è proprio quella di attirare curiosi ed appassionati, grandi e piccini, e di renderli protagonisti interattivi di un pezzo di storia e di cultura che, inevitabilmente, ha contraddistinto la formazione del nostro Paese, con l’intento sottile di coinvolgere soprattutto i più giovani, anagraficamente lontani dalla cultura museale.
A Napoli sono diversi i musei statali che hanno aderito all’iniziativa e che per l’occasione hanno realizzato anche una serie di mostre tematiche, percorsi guidati in notturna, concerti e spettacoli vari, volti ad una più profonda ed ampia partecipazione all’evento. All’iniziativa del MiBAC partecipano anche alcuni musei non statali, consultabili all’indirizzo web www.lanottedeimusei.it.
Di seguito la lista dei complessi museali ed archeologici che sabato notte parteciperanno all’evento:

  • Museo Boscoreale, Boscoreale
  • Scavi e Teatro Antico di Ercolano, Ercolano
  • Castel Sant’Elmo, Napoli
  • Certosa e Museo di San Martino, Napoli
  • Museo Nazionale della Ceramica “Duca di Martina”, Napoli
  • Museo di Capodimonte, Napoli
  • Palazzo Reale, Napoli
  • Museo “Diego Aragona Pignatelli Cortes”, Napoli
  • Museo Storico Archeologico, Nola
  • Scavi di Pompei, Pompei
  • Area Archeologica di Piano di Sorrento, Sorrento
  • Scavi di Oplonti, Torre Annunziata

Un appuntamento importante al quale non mancare, per vivere ed omaggiare l’arte in uno scenario suggestivo e seducente come solo la notte sa offrire, seguendo un percorso diverso, insolito, ma che giunge dritto dritto al cuore della più bella della manifestazioni dell’uomo: Signora Arte.