“L’America’s Cup è una straordinaria occasione di rilancio dell’immagine del nostro territorio e consente sviluppo, turismo e posti di lavoro”, aveva affermato ieri il sindaco De Magistris nel corso della presentazione delle pre-regate che saranno ospitate dalla nostra città; da eco gli aveva fatto il governatore Caldoro che vedeva nella competizione velistica “un attrattore turistico”: ebbene dopo appena un giorno dall’ufficializzazione delle date e ad ancora sei mesi dall’evento si vedono già i primi effetti benefici sul settore turistico napoletano.

Un vero e proprio boom di prenotazioni sta travolgendo gli alberghi della città, con il culmine che si avrà nei giorni delle regate (tra il 7 e il 15 aprile) quando ci si aspetta il tutto esaurito: un dato che non si verificava dal 2007. Cinque anni dopo, la città torna quindi ad attrarre turisti, mettendosi alle spalle il danno provocato dall’emergenza rifiuti. È bastato poco che far scoccare nuovamente la scintilla: strade pulite e un grande evento, i due ingredienti che hanno fatto compiere il miracolo.

Entusiasmo alle stelle per Paolo Graziano, presidente dell’Unione Industriali di Napoli e dell’ACN, la società di scopo creata per organizzare l’America’s Cup a Napoli: “Abbiamo già avuto una ricaduta diretta dell’assegnazione di una tappa della World Series a Napoli: nei mesi che precedono le regate di aprile 2012 gli alberghi registrano già il tutto esaurito”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il presidente di Federalberghi, Salvatore Naldi, che considera la Coppa America “un’occasione importante per rilanciare il brand Napoli”; per il numero uno dell’associazione di albergatori è necessario non fermarsi soltanto ai giorni di gara: “Gli addetti arriveranno un mese prima della competizione e poi, con la settimana di Pasqua, partirà l’evento vero e proprio”.

Il turismo riprende la marcia in città quindi, come conferma anche Sergio Maione dell’albergo Vesuvio: “È bastata la notizia dell’assegnazione delle due tappe delle regate e i telefoni hanno cominciato a squillare. Le telefonate arrivano da tutto il mondo: vogliono le camere, conoscere le disponibilità. Con la Coppa America la ripresa è iniziata, anche grazie alla fine dell’emergenza rifiuti”. Insomma nonostante le polemiche, l’evento per cui tanto si sono battuti sindaco e governatore sembra già aver portato una ventata nuova in città: con le World Serie, Napoli potrebbe dirigersi a vele spiegate fuori dalla crisi.