Clima sempre più acceso a soli 15 giorni dalle elezioni comunali di Napoli, dove, fra la crisi rifiuti ed episodi di violenza diffusi, la situazione sembra ormai raggiungere l’apice della tolleranza. A tal proposito si è espresso il Prefetto di Napoli Andrea De Martino, che auspica un clima di rinnovata calma ed ordine, in un contesto odierno decisamente non più accettabile su tutti i fronti, soprattutto su quello politico: «Bisogna ritrovare subito un clima sereno, non possiamo permettere che la campagna elettorale venga colpita da episodi del genere. Alle forze dell’ordine e alla magistratura spetta il compito di individuare i responsabili. La prefettura farà la propria parte, come sempre in questi casi e come stiamo facendo anche per quanto riguarda il problema dei rifiuti». Questa dichiarazione segue di 24 ore l’accordo interpartitico siglato dai vari esponenti delle forze politiche, riuniti per l’occasione a Salone Profili, al terzo piano del Palazzo di Governo, durante il quale si sono affrontati e decisi diversi aspetti tecnici legati alla campagna elettorale, come gli orari dei comizi e le aree da destinare agli appuntamenti politici.

Il Prefetto De Martino sostiene, in seguito all’avallo delle parti in causa: “E’ da questo incontro che occorre ripartire, perché in quella sede tutti hanno concordato sulla necessità di dar vita a una campagna elettorale ispirata al rispetto delle regole e a un confronto leale e democratico. L’impegno a osservare scrupolosamente le norme – continua De Martino –  ha trovato condivisione unanime e sono convinto che il confronto proseguirà nel clima di correttezza auspicato».

Intanto sotto il profilo dell’emergenza rifiuti, è stata istituita una task force volta a monitorare e trovare soluzione tempestiva al caso, cercando di sedare in anticipo accadimenti di guerriglia urbana attraverso l’utilizzo di uomini e mezzi che, assicura il Prefetto, “ci sono e sono validi”.