Negli anni Venti negli Stati Uniti, per far fronte al cosiddetto Proibizionismo, che mise al bando gli alcolici, nacquero le cosiddette “distillerie clandestine”, che permisero a chi lo desiderava di poter continuare a bere; il tutto era poi commercializzato illegalmente in bar segreti, detti “speakeasy”. Adesso, anche se quei tempi sono lontani, il concetto di bar “speakeasy”, fatto soprattutto di cocktail vintage è tornato più che mai di moda ed a Napoli ha trovato casa allo Sketch (Corso Europa, 41) col “#DistilleriaClandestina”, un particolare progetto che unisce alla degustazione di drink storici anche una rassegna di musica d’autore. Ai clienti sarà offerta la possibilità di assaggiare e scoprire la storia di cocktail provenienti da tutto il mondo ma anche di deliziose birre artigianali, con alcuni importanti nomi del cantautorato italiano a fare da sottofondo musicale.

Dopo il successo della data zero dello scorso 13 marzo con il concerto delle band Victor Zeta e i Fiori Blu con i Kafka Sulla Spiaggia, la Distilleria torna con altri due appuntamenti che vedranno esibirsi alcuni artisti napoletani il cui nome ha oramai grande eco in tutta Italia. Si inizia il 5 aprile alle 22, quando sul palco dello Sketch salirà Francesco Forni, cantautore che ha fatto dell’unire jazz, folk e rock la sua cifra stilistica, noto anche per aver musicato diverse opere teatrali e cinematografiche; dopo il live, la serata proseguirà con un dj set. Il 10 aprile invece, sempre alle 22, sarà il turno di Giovanni Block, cantautore e flautista attivo nel panorama della musica italiana sin da giovanissimo e vincitore nel 2007 della prestigiosa Targa Siae/Club Tenco del Premio Tenco come miglior autore emergente; dopo il live, salirà in consolle la dj Irene Ferrara.

Gli Artisti:
Francesco Forni. Con alle spalle una carriera longeva e ricca di produzioni che spaziano dalla composizione di colonne sonore per teatro, per cinema ad una copiosa discografia in cui figura in diversi ruoli: chitarrista, compositore, produttore, cantautore. Fra i suoi ultimi lavori la collaborazione con Ilaria Graziano le colonne sonore di “Erodiade” di P. Sepe con Maria Paiato, “Gomorra” e “Santos” di R. Saviano/M. Gelardi, “Educazione Siberiana” di Lilin/Miale Di Mauro, la collaborazione con l’Angelo Mai per le produzioni Blumotion e l’ideazione e produzione con Armando Pirozzi del Caracallas Total Show.
Negli ultimi anni ha girato l’Italia e l’estero con il suo album “Tempi Meravigliosi” uscito nel Marzo del 2009, edito da Fiorirari, e con i due dischi usciti con Goodfellas insieme a Ilaria Graziano ampiamente elogiati dalla critica e dal pubblico, e con altri progetti di cui fa parte.
Giovanni Block. Cantautore e compositore napoletano, classe ’84, flautista. Diplomato al Conservatorio di musica di S. Pietro a Maiella. Vincitore dei premi più prestigiosi per gli artisti emergenti: Tenco/Siae nel 2007, Musicultura nel 2009. Con il suo album di esordio “Un posto ideale” (2011) vince il Premio Lunezia 2012.

Un percorso inedito di racconti di vita, umanità e musicalità, attraverso la continua esplorazione di universi sonori di frontiera. Una fusion appassionante di rock, pop e jazz ballad.