“Il mio Napoli è sotto una buona stella”. Con questo ideale “claim” che unisce in un felice titolo calcio e cinema, Aurelio De Laurentiis ha presentato oggi il nuovo film prodotto dalla Filmauro: “Sotto una buona stella”, scritto e diretto da Carlo Verdone, che esce nelle sale italiane il 13 febbraio.

Al fianco del Presidente, nella conferenza stampa svoltasi all’Hotel Vesuvio, il co-produttore Luigi De Laurentiis ed i due protagonisti principali della pellicola: Carlo Verdone e Paola Cortellesi.

E’ un film che mette a confronto ed allo stesso tempo accomuna due generazioni – dice De Laurentiis – è una storia che parla di un uomo che si trova improvvisamente a dover convivere con due figli che non vede da anni. Si crea un rapporto burrascoso in cui appare improvvisamente una figura femminile che attraverso l’amore riunisce il nucleo familiare e cambia la vita del protagonista”.

Con Verdone siamo al decimo film insieme, Carlo è una icona del cinema italiano e con Paola Cortellesi forma una coppia esplosiva. Paola è straordinaria, è una show girl completa: sa cantare, ballare, recitare, è autrice e presto girerà anche un suo film. Questa è una delle opere più complete e mature di Verdone e sono felice che esca a San Valentino perché è un film beneagurante per le storie d’amore. Il cinema fa riflettere, sognare ed innamorare. E questo lavoro racchiude tutti quanti questi aspetti fondamentali della vita”.

Sotto una buona stella è anche il Napoli di De Laurentiis…
Sì, devo dire che da quando sono Presidente azzurro, il Club ha avuto una continua crescita e non ci siamo mai fermati. Non a caso siamo passati dal 500esimo posto del ranking al 20esimo in pochi anni. E così proseguiremo con il nuovo progetto iniziato con l’Era Benitez. Il nostro è un mosaico che si sta completando, che ha avuto nuovi tasselli e che ha cambiato anche modalità di gioco, per avere una espressione ed un profilo più internazionale”.

Con Benitez c’è assoluta sintonia e sarà il nostro allenatore del futuro. Rafa resterà a lungo con noi, insieme vogliamo vincere su tutti i fronti, attraverso il lavoro e la pazienza. E’ un grande allenatore ma soprattutto una persona di grande cultura calcistica. Un uomo colto e preparato che esprime quel sentimento di familiarità al quale noi siamo ispirati per la creazione di un gruppo sano e vincente”.

Stiamo lavorando affinchè la squadra sia sempre più forte. Il nostro obiettivo è vincere, ma non bisogna farlo attraverso isterie dannose, bensì attraverso la continuità, la progettualità e la costanza. Queste sono le chiavi per diventare ancora più grandi. Ed insieme a Benitez vogliamo arrivare molto in alto”.

Mercoledì Napoli-Roma è anche una sorta di derby De Laurentiis-Verdone?
“Sì, da giorni ci stiamo già “sfotticchiando” un po’ con delle frecciatine. Chiaramente la nostra è una sana rivalità, lui è romanista io ho il cuore azzurro, e speriamo che sia soprattutto una serata di grande calcio, di sportività e spettacolo. Noi ce la giocheremo al massimo, l’importante è giocarsela esprimendo le nostre potenzialità e cercare la vittoria”.