L’evento che vede l’incontro tra l’arte del teatro e la scuola si realizza anche quest’anno per la tredicesima edizione: ottanta scuole provenienti da tutta Italia e mille alunni piccoli attori sono protagonisti della rassegna nazionale per la quale il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha riservato quattro medaglie per i vincitori finali. Questa edizione è però ancora più speciale: ospite della rassegna sarebbe stato il grande regista Mario Monicelli, che avrebbe incontrato gli studenti, così la rassegna sarà in sua memoria. Dieci giorni di spettacolo animeranno la kermesse che si terrà a Caserta, considerata la patria delle Fabule Atellane che avrebbero dato origine al teatro italico.

“Pulcinellamente 2011” è aperta a tutte le scuole, dalle elementari alle medie e alle superiori, e vede la partecipazione di grandi esponenti del teatro: Dario Fo ha realizzato infatti il manifesto dell’edizione 2011; Vincenzo Cerami, noto sceneggiatore, presenzierà alla serie di spettacoli che si susseguiranno come testimonial e inoltre sarà dato il Premio alla Carriera a Luigi De Filippo. Previsti però altri intellettuali e attori del settore.

Quest’anno “Pulcinellamente” è stato però quasi un sogno realizzato: con pochi fondi, il direttore Elpidio Iorio è riuscito a creare dieci giorni di spettacolo e cultura, riuscendo a garantire alloggio anche ai giovani aspiranti attori. Importante è stato l’appoggio però di grandi attori e volontari che hanno sostenuto questo progetto per realizzarlo, anche se con poco, al meglio. Special guest inoltre sarà  il console generale degli Stati Uniti, Donald L. Moore, che prenderà parte al gran finale dell’8 Maggio: il console ha dichiarato, durante la presentazione della kermesse, di essere molto entusiasta di prendere parte ad una manifestazione che nasce per i giovani, ai quali si dà l’occasione di esprimere la propria creatività con studio e divertimento.

“E’ una terra, questa, di cultura: le nuove generazioni devono riscoprirla investendo sul futuro ma senza dimenticare il passato”, ha concluso il console. Un invito che è in perfetta linea con l’intento della manifestazione che vuole unire la ricerca teatrale in un incontro con la cultura del passato.

Molti saranno gli ospiti premiati: tra i nomi c’è quello di Mario Guida, a cui sarà conferito un riconoscimento per il suo grande impegno nell’editoria.

Una rassegna dove si respira teatro e cultura e che è tutta da vivere e scoprire. L’appuntamento è al Teatro Lendi presso il Palazzo Ducale di Sant’Arpino(Ce) con ingresso libero. Per maggiori approfondimenti e per consultare il programma visitate il sito su www.pulcinellamente.it.