Napoli è in pieno fermento elettorale. La data infatti delle prossime elezioni comunali, programmata per il 15 e 16 maggio 2011, si avvicina ed in città cresce la caccia al voto: ogni singola crocetta sul proprio simbolo di partito è un passo in più verso il proprio obiettivo. Quest’anno saranno dieci i candidati a sindaco di Napoli, con ben 32 liste declinate sui nomi dei papabili consiglieri comunali. Sono invece 42 le liste che concorreranno per le varie Municipalità partenopee, 12 delle quali si presentano come liste civiche. Il totale dei candidati, fra comune e municipalità, ammonta a ben undicimila: questi i dati resi noti dalla Segreteria Generale del Comune di Napoli, in base alle ultime definitive consegne delle liste elettorali. E, sempre dalla Segreteria del Comune, tengono a sottolineare che, rispetto alle scorse elezioni comunali del 2006, quando i candidati erano “solo” diecimila, in questa occasione vanno considerati fra i 500 e i 600 nominativi in meno perché ogni lista ha a disposizione soltanto 48 caselle da riempire, a forza di un decreto che riduce il numero dei consiglieri comunali da 60 a 48.

Ad ogni modo, i candidati a sindaco per la nostra città restano il punto principale e focale della nostra scelta e, come è ovvio che sia, ognuno di questi rappresenta ed è appoggiato da uno o più partiti:

  • Raimondo Pasquino: Rettore dell’università degli Studi di Salerno, si presenta appoggiato dal Terzo Polo;
  • Mario Morcone: prefetto, si presenta appoggiato da Pd, Sel, Socialisti e Verdi;
  • Luigi De Magistris: magistrato, si candida appoggiato da Idv e Federazione della Sinistra;
  • Ciro Formisano: si candida a sindaco appoggiato da comunisti per il lavoro;
  • Roberto Fico: il più giovane di tutti, 36 anni, si candida appoggiato dal Movimento 5 stelle;
  • Gianni Lettieri: imprenditore, si presenta appoggiato dal Centrodestra;
  • Clemente Mastella: leader politico di Popolari per il Sud;
  • Raffaele Di Monda: si presenta appoggiato dalla lista Pin;
  • Vittorio Lamberti: candidato da Mis con Rauti;
  • Pino Marziale: avvocato del lavoro, concorre per Sinistra Critica.

Nell’elenco dei candidati a sindaco di Napoli compariva anche l’avvocato Carlo Taormina, che concorreva per Lega Italia, ma che alla fine è stato escluso.