O senno tu sei fuggito tra gli animali bruti e gli uomini hanno perduto la ragione” ?

Un altro giovane napoletano perde la vita. E un carabiniere viene incriminato!

Gli amici veri piangono mentre i corvi attorno a loro gioiscono e gridano. Volteggiano rapaci sul dolore delle madri. Aizzano gli animi ad ulteriori atti di guerra.

Possibile che non comprendiamo di essere tutti vittime, compresi quelli che credono di essere estranei a quanto accade nella loro città?
Intanto altri giovani preparano le valige per trasferire la loro vita, dove già li aspettano festanti i padroni di quei corvi. E noi continuiamo a non capire?
Le forze dell’ordine vengono progressivamente paralizzate profittando anche degli incidenti o degli errori. Mentre l’organizzazione criminale continua la penetrazione cancerogena all’interno dei tessuti sociali.

Svegliamoci tutti da questo torpore mortale!

Stanno uccidendo i nostri figli, vogliono distruggere i valori della nostra Civiltà.
Davide è sicuramente una vittima. Ma è stato ucciso non da uno ma da mille proiettili, sparati da mille posizioni diverse. E nessuno si senta innocente per questa giovane vita stroncata dalla crudeltà dei criminali, dalla corruzione degli uomini di potere, dall’indifferenza delle pseudo persone perbene e da tutti coloro che vivono nel loro mefitico egoismo.

Un Popolo buono, sfruttato da tutti e deriso dai suoi delatori! I suoi Eroi trasformati in traditori.

Questo è ciò che ci rivela la sua vera storia e non quella contrabbandata da “intellettuali” bacati,
copertura dei vili usurai che da lontano strozzano la nostra società.
Il Carabiniere napoletano è Salvo d’Acquisto, che offre la sua vita per i deboli innocenti.
L’Ammiraglio napoletano Francesco Maria Caracciolo è il genio marinaro al quale devono ispirarsi
le nuove generazioni.

Sant’Alfonso Maria dei Liguori canta lo spirito sublime della nostra anima cristiana mentre Vico rivela la grandezza filosofica del suo pensiero.
Serriamo le fila attorno alle nostre Istituzioni. Induciamole al dovere e al bene.
Eleggiamo i giusti rappresentanti, amanti della Città e del Suo bene.
Rivolgiamoci a Dio, rigettando il male.

Le nostre donne sono sopratutto Mamme. E ad esse, per non sprecare il sacrificio di Davide e di tutti i Figli di Napoli, affidiamo il futuro della nostra Città.

Avvocato Enrico Tuccillo