Home Blog

Matera, caso turiste inglesi violentate: indagato un ottavo giovane

Il caso delle turiste inglesi violentate vicino Matera ha scosso l’opinione pubblica: adesso c’è un nuovo indagato, riconosciuto sui social.

Matera turiste inglesi
Matera (Pixabay)

Nella notte tra il 7 e l’8 settembre due turiste inglesi hanno subìto violenza da un gruppo di ragazzi in una villa in provincia di Matera. Il fatto accade nella frazione di Marconia, comune di Pisticci.

Le accuse per i quattro giovani arrestati dalla Polizia ed in carcere dall’11 settembre sono di violenza sessuale e lesioni personali aggravate e continuate. Sono quattro, invece, gli indagati liberi e non sottoposti a custodia cautelare. L’ottavo indagato, l’ultimo in ordine di tempo, è stato riconosciuto tramite i social.

LEGGI ANCHE –> Roma, paura nel quartiere Eur: ladro ucciso durante rapina

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> IL BOLLETTINO CORONAVIRUS DI OGGI

Turiste inglesi violentate, indagato un ottavo giovane: riconosciuto sui social

Roma Eur rapina
Carabinieri (Pixabay)

Già due degli arrestati erano stati riconosciuti consultando i social. Adesso è toccato all’ottavo indagato, riconosciuto da una delle due turiste inglesi aggredite, che ha poi esposto una denuncia circostanziata e determinante per il posticipo dell’incidente probatorio – spiega Skytg24 .

Tra i cinque ed i dieci, questo il numero dei partecipanti allo stupro di gruppo secondo l’ordinanza scritta dal giudice per le indagini preliminari, che ha poi portato alla messa in atto delle misure cautelari. L’incidente probatorio si sarebbe dovuto svolgere ieri mattina nel Palazzo di giustizia di Matera. L’iscrizione di un ottavo giovane nel registro degli indagati ha portato l’udienza al 26 settembre (un posticipo di sette giorni). Le due turiste in vacanza in Basilicata non potranno fare ritorno in Inghilterra fino a quella data.

LEGGI ANCHE –> Terremoto, sisma avvertito nel Mar Ionio Settentrionale

LEGGI ANCHE –> Covid, decisione a sorpresa in Gran Bretagna: lockdown a singhiozzo

Million Day estrazione 20 settembre: i numeri vincenti

Million Day estrazione 20 settembre: i numeri vincenti dell’estrazione che si effettuerà questa sera precisamente alle ore 19,00.

Miliion Day
Miliion Day
Million Day continua a sbancare e a riscuotere un enorme successo. Il nuovo gioco Lottomatica, infatti, permette di vincere addirittura 1 milione di euro indovinando una combinazione di 5 numeri. I numeri estratti vanno da 1 a 55, mentre è possibile portare a casa interessanti premi anche con 2, 3 e 4 numeri esatti. L’estrazione si tiene tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, alle ore 19:00 in punto.
Le vincite

2 numeri: 2 euro.
3 numeri: 50 euro.
4 numeri: 1000 euro.
5 numeri: 1000000 euro.

Million Day estrazione 20 settembre: i numeri vincenti

Ecco i numeri vincenti di oggi domenica 20 settembre: 22, 31, 25, 33, 48.

LE ULTIME ESTRAZIONI

SABATO 19/09 13 28 31 34 39
VENERDÌ 18/09 2 10 22 36 41
GIOVEDÌ 17/09 3 16 21 34 53
MERCOLEDÌ 16/09 26 32 36 37 47
MARTEDÌ 15/09 12 16 25 31 32
LUNEDÌ 14/09 3 24 29 39 50
DOMENICA 13/09 2 9 10 16 17

Coronavirus Campania, il bollettino di oggi 20 settembre: nessun morto!

Coronavirus Campania, il bollettino della Regione di oggi 20 settembre. I dati aggiornati sui contagi nel primo giorno di elezioni regionali.

Coronavirus Campania
Bollettino Coronavirus Campania (Regione Campania)

La Regione Campania annuncia che sono 171 i nuovi contagi da Covid-19 sul territorio regionale riscontrati nelle ultime 24 ore. 7632 tamponi effettuati, un numero in aumento dopo quelli di ieri (clicca qui per leggere nel dettaglio il bollettino di ieri). 69 guariti, nessun morto.

LEGGI ANCHE –> IL BOLLETTINO CORONAVIRUS NAZIONALE!

Coronavirus Campania, il bollettino di oggi: l’analisi dei dati

De Luca ©Getty Images

540.615 i test effettuati ed analizzati dall’inizio dell’epidemia: 10.260 i positivi totali, 5129 i guariti. La Campania tira un sospiro di sollievo: zero morti per un territorio che finora ha perso 456 cittadini, un numero di gran lunga inferiore ad altre regioni del nostro Paese. Provvidenziale la gestione dell’emergenza ed il lockdown imposto nella fase peggiore del virus, quando la Regione Campania non era stata colpita in maniera dura. Nonostante un impatto inferiore a quello di altre regioni, gli ospedali e le terapie intensive sono andate in difficoltà con l’istituzione di ospedali Covid appositi. Adesso i contagi salgono nuovamente, i numeri destano preoccupazioni, ma il virus si dimostra ancora poco letale e le autorità sanitarie locali riescono a tenere la situazione sotto controllo. La campagna di screening al rientro delle vacanze ha poi permesso di arginare la diffusione dei contagi, evitando la formazione di nuovi focolai.

TI POTREBBE INTERESSARE –> Parma-Napoli 0-2: Highlights, Voti, Pagelle

LEGGI ANCHE –> VOTARE IN SICUREZZA: ECCO LE PROCEDURE UFFICIALI

🔴COVID-19, IL BOLLETTINO ORDINARIO DELL'UNITÀ DI CRISI DELLA REGIONE CAMPANIA​Questo il bollettino di oggi:Positivi…

Gepostet von Regione Campania am Sonntag, 20. September 2020

Coronavirus, il bollettino del 20 settembre: contagi e morti in calo, ma preoccupano

Coronavirus, il bollettino del 20 settembre: contagi e morti in calo, ma preoccupano ancora i numeri dell’epidemia Covid-19 in Italia.

Coronavirus
Coronavirus Italia

I dati relativi al contagio da coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore sono appena stati rilasciati dal Dipartimento della Protezione Civile del nostro Paese. Di seguito i numeri ufficiali:

1587 nuovi contagi nella giornata di oggi, circa cinquanta meno di ieri. In calo anche i morti: da 24 a 15, ma il dato desta ancora preoccupazione. Infine, sono 635 i guariti.

I tamponi effettuati oggi sono 83.428; si registrano +7 terapie intensive ma 15 ricoveri in meno.

LEGGI ANCHE –> VOTARE AI TEMPI DEL CORONAVIRUS: IL PROTOCOLLO

LEGGI ANCHE –> Aviano, devastante incendio in ditta rifiuti: rischio emergenza ambientale

Coronavirus, il bollettino di oggi 20 settembre

Bollettino coronavirus 20 settembre
Bollettino coronavirus 20 settembre

La Lombardia – recita il bollettino odierno – è ancora la regione più colpita dal coronavirus: 211 casi. A seguire c’è il Veneto con 173 e la Campania con 171. L’Abruzzo non registra nuovi casi, mentre il Molise soltanto uno. Lazio, Toscana, Emilia-Romagna, Sicilia sono tutti territori con oltre 100 contagi nelle ultime ore. Si ferma alla soglia il Piemonte, con 98 contagi.

LEGGI ANCHE –> Roma, paura nel quartiere Eur: ladro ucciso durante rapina

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Covid, decisione a sorpresa in Gran Bretagna: lockdown a singhiozzo

Livrasco, precipita aereo Pilatus: ci sono 2 morti

Livrasco, precipita aereo Pilatus: ci sono 2 morti per l’incidente avvenuto proprio in queste ore vicino Cremona.

Livrasco precipita aereo
(screenshot generico da Twitter)

Incredibile quanto avvenuto poche ore fa a Livrasco, vicino Cremona. L’aereo Pilatus – secondo quanto riferito da ‘La Provincia di Cremona’ – si sarebbe schiantato al suolo, provocando la morte di due persone. Le vittime sarebbero il pilota Stefano Grisenti (54 anni) e il paracadutista Alessandro Tovazzi (41 anni).

Secondo le primissime ricostruzioni, il velivolo a 9 posti avrebbe perso un’ala e preso immediatamente fuoco. Immediato l’intervento dei soccorritori, che stanno provando a fare luce sulla dinamica dell’incidente e sul numero di persone coinvolte nell’incidente. Seguiremo con grande attenzione l’evolversi della vicenda e vi terremo aggiornati in caso di novità importanti.

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Aviano, devastante incendio in ditta rifiuti: rischio emergenza ambientale

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Napoli, paura a piazza Bovio: donna aggredita da ragazzo ivoriano

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Napoli, arrestati finti carabinieri e avvocati per truffa: i dettagli

Livrasco precipita aereo
Ambulanza (da Pixabay)

Lutto nel giornalismo: è morta Rossana Rossanda, fondatrice del Manifesto

Lutto nel giornalismo: è morta Rossana Rossanda, fondatrice del Manifesto, che si è spenta in queste ore all’età di 96 anni.

Rossana Rossanda
Rossana Rossanda (screenshot da Youtube)

Grave lutto nel mondo del giornalismo italiano. All’età di 96 anni, infatti, si è spenta in queste ore a Roma Rossana Rossanda, intellettuale, scrittrice e fondatrice de ‘Il Manifesto‘. Rossana ha partecipato da giovane alla Resistenza, successivamente è stata una dirigente del Partito Comunista Italiano e, con Lucio Magri, Luigi Pintor e Valentino Parlato, ha fondato nel giugno del 1969 ‘Il Manifesto’.

Rossana Rossanda, tre le altre cose, vanta uno storico primato: verrà per sempre ricordata come l’unica giornalista ad aver convinto il terrorista e brigatista italiano Mario Moretti ad affrontare la questione relativa ad Aldo Moro in un’intervista.

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Lutto per Bill Gates, si è spento il padre a 94 anni

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Incidente Zanardi, depositata la perizia in procura: la handbike funzionava

Parma-Napoli 0-2: Highlights, Voti, Pagelle e Tabellino

Parma-Napoli: Highlights, Voti, Pagelle e Tabellino dell’anticipo di mezzogiorno della prima giornata del campionato di Serie A.

Parma-Napoli highlights
Gattuso ©Getty Images

Comincia nel migliore dei modi la stagione del Napoli. La squadra di Gattuso, infatti, si impone sul campo del Parma nell’anticipo di mezzogiorno della prima giornata di Serie A. Finisce 2-0 a favore degli azzurri, che giocano meglio dei padroni di casa e conquistano alla fine i 3 punti grazie alle reti messe a segno da Mertens e Insigne.

Positivo anche l’esordio del nuovo arrivato Victor Osimhen, che nella seconda frazione di gioco prende il posto di Demme e dimostra di trovarsi già a proprio agio con i nuovi compagni di squadra. Grandissima delusione, invece, per Liverani che dovrà lavorare parecchio per trovare la giusta quadratura del cerchio.

Parma-Napoli, ecco voti e highlights della sfida

Ecco tabellino, voti e highlights dell’anticipo della prima giornata di Serie A tra Parma e Napoli:

PARMA-NAPOLI 0-2

PARMA: Sepe 6; Darmian 5,5, Iacoponi 4,5, Alves 5,5, Pezzella 5; Grassi 6 (90′ Siligardi sv), Brugman 5,5 (69′ Dezi 5,5), Hernani 6; Kucka 6,5; Cornelius 5,5, Inglese 5 (69′ Karamoh 5,5).

NAPOLI: Ospina 6; Di Lorenzo 6, Manolas 6,5, Koulibaly 6,5, Hysaj 5,5; Zielinski 6 (89′ Lobotka sv), Demme 6 (61′ Osimhen 6,5), Fabian Ruiz 5,5 (84′ Elmas sv); Lozano 6,5 (84′ Politano sv), Mertens 7 (89′ Petagna sv), Insigne 7.

MARCATORI: 63′ Mertens (N), 77′ Insigne (N)

AMMONITI: Darmian, Alves, Pezzella, Kucka (P), Demme, Manolas (N)

>>> CLICCA QUI PER VEDERE IN ANTEPRIMA GLI HIGHLIGHTS DI PARMA-NAPOLI 

Aviano, devastante incendio in ditta rifiuti: rischio emergenza ambientale

Aviano, devastante incendio in ditta rifiuti: rischio emergenza ambientale per quello che sta accadendo vicino Pordenone.

Aviano incendio
(Screenshot da Twitter Vigili del Fuoco)
Un devastante incendio è scoppiato, nelle scorse ore, in una ditta di rifiuti ad Aviano, vicino Pordenone. La colonna di fumo, che si vede addirittura a 10 chilometri di distanza dal luogo dell’accaduto, è provocato dalla combustione di materiale di plastica e di riciclo e, quindi, sarebbe elevato il rischio di emergenza ambientale. Diverse squadre dei Vigili del Fuoco sono al lavoro da ore per spegnere le fiamme e una delle persone che lavorano lì avrebbe riportato un principio di intossicazione. I sindaci dei comuni limitrofi, intanto, stanno invitando la popolazione a rimanere in casa e a chiudere le finestre. Vi terremo sicuramente aggiornati nelle prossime ore in caso di ulteriori novità da Aviano.

Terremoto, sisma avvertito nel Mar Ionio Settentrionale: i dettagli

Terremoto, sisma avvertito nel Mar Ionio Settentrionale: i dettagli di quanto accaduto proprio in queste ore.

Terremoto
Terremoto (foto Ingv)

Trema ancora la terra in Italia. Nelle scorse ore, precisamente alle 01:57, è stata registrata in fatti una scossa di terremoto nel Mar Ionio Settentrionale. Secondo quanto riportato sul profilo Twitter dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), il sisma sarebbe precisamente di magnitudo 2.9, ad un profondità di 35 chilometri.

Già nei giorni scorsi, erano state registrate delle scosse di terremoto in quella zona, mentre in Grecia la terra è tornata a tremare con una certa intensità (magnitudo 5,9) a Creta.

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Terremoto, scossa sulla costa calabrese di magnitudo 3.4

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Codogno, primo caso di coronavirus in una scuola elementare

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Pistoia, suicidio dal ponte: l’uomo aveva appena ucciso la compagna

Roma, paura nel quartiere Eur: ladro ucciso durante rapina

Roma, grandissima paura all’Eur: ladro ucciso durante una rapina mentre un carabiniere sarebbe rimasto ferito.

Roma Eur rapina
Carabinieri (Pixabay)

Grandissima paura a Roma, precisamente nel quartiere Eur Serafico. Nel corso di una tentata rapina – secondo quanto riportato dall’edizione online de ‘Il Messaggero’ – uno dei ladri è infatti morto, mentre l’altro sarebbe scappato nel buio della notte.

La vittima, in un primo momento, avrebbe aggredito le forze dell’ordine con un’arma da taglio e scatenato proprio la reazioni del militari. Diversi i colpi di pistola partiti e uno di questi non avrebbe lasciato scampa alla vittima. Uno dei carabinieri, invece, è rimasto ferito.

Secondo quanto riportato proprio in queste ore dall”Adnkronos’, la persona uccisa sarebbe un siriano di 54 anni in possesso di regolare permesso di soggiorno e già noto alle forze dell’ordine per diversi reati.

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Napoli, paura a piazza Bovio: donna aggredita da ragazzo ivoriano

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Napoli, arrestati finti carabinieri e avvocati per truffa: i dettagli

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bologna, maxi sequestro dell’antimafia a un imprenditore

Covid, decisione a sorpresa in Gran Bretagna: lockdown a singhiozzo

Covid, decisione a sorpresa in Gran Bretagna: lockdown a singhiozzo come anticipato in queste ore dal premier Boris Johnson.

Coronavirus

Il Coronavirus continua a mietere vittime nel mondo e, col trascorrere dei giorni, aumenta anche il numero di persone contagiate. E’ il caso della Gran Bretagna, dove i numeri recenti continuano a preoccupare le forze politiche e gli stessi cittadini. Ecco perché, molto presto, si potrebbe tornare al lockdown per arrestare in qualche modo il boom dei contagi. Anzi, per l’esattezza, un locdown a singhiozzo.

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Coronavirus Spagna, restrizioni alla mobilità cittadina a Madrid

Coronavirus, la situazione in Gran Bretagna

Secondo quanto riportato proprio in queste ore dal ‘Sun’ e dal ‘Daily Mail’, il premier Boris Johnson avrebbe in mente diverse novità per ovviare alla grande emergenza che si è abbattuta nel paese. L’idea è quella di sperimentare lockdown chirurgici e a singhiozzo per i prossimi 6 mesi, senza fermare l’attività produttive delle aziende e l’attività scolastica. Seguiremo con grande attenzione questa vicenda e vi terremo sicuramente aggiornati nel corso dei prossimi giorni.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus in Gran Bretagna: “Possibile nuovo lockdown”

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, Napoli: sequestrate oltre ventimila mascherine

 

Simbolotto estrazione sabato 19 settembre: i simboli vincenti

Simbolotto estrazione sabato 19 settembre: i simboli vincenti dell’estrazione che si terrà come sempre precisamente alle ore 20,00.

Simbolotto
Simbolotto

Tra i giochi che attualmente riscuotono maggiore successo in Italia figura sicuramente il Simbolotto. Per ciascuna giocata al Lotto/Lotto Più effettuata su una specifica ruota in promozione (varia di mese in mese), viene assegnata sullo scontrino una combinazione casuale di 5 simboli (tra 45 disponibili). L’Estrazione del Simbolotto si effettua tre volte a settimana, in concomitanza con Lotto e Superenalotto. Di seguito il calendario delle ruote in promozione per partecipare gratis all’estrazione:

Simbolotto
Simbolotto

Simbolotto 19 settembre: ecco la combinazione vincente

36-NACCHERE

22-BALESTRA

29-DIAMANTE

28-OMBRELLO

13-RANA

Estrazioni del Simbolotto Lotto SuperEnalotto e 10eLotto 19 settembre

Estrazioni Simbolotto Lotto SuperEnalotto e 10eLotto del 19 settembre che si terranno questa sera con inizio come sempre alle ore 20,00.

Estrazioni Simbolotto Lotto SuperEnalotto 10eLotto
Estrazioni Simbolotto Lotto SuperEnalotto 10eLotto

Si avvicina uno dei momenti più attesi da parte dei tantissimi appassionati di estrazioni, con LottoSimbolottoSuperEnalotto e 10 e Lotto pronti a regalare nuovi ricchi premi agli italiani. Il Jackpot è arrivato adesso 27.920.547,88 €, mentre la vincita più alta risale al 2019 quando furono vinti addirittura 209 milioni di euro, più delle lotterie americane di Mega Millions che hanno una fatto registrare fin qui una vincita massima di 140 e 145 milioni di euro.

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Estrazioni del Simbolotto Lotto SuperEnalotto e 10eLotto 17 settembre

Estrazioni SuperEnalotto 19 settembre: i numeri vincenti

SUPERENALOTTO I NUMERI VINCENTI: 27 – 24 – 6 – 39 – 12 – 73

Numero Jolly: 87

Superstar: 66

Estrazioni Lotto 19 settembre 2020 ore 20.00

BARI 18 20 9 74 3
CAGLIARI 22 72 21 74 66
FIRENZE 55 7 37 27 8
GENOVA 35 89 31 8 67
MILANO 77 87 48 33 41
NAPOLI 53 78 88 10 20
PALERMO 29 39 26 51 54
ROMA 42 32 62 1 90
TORINO 53 46 62 1 90
VENEZIA 71 27 49 89 64
NAZIONALE 60 73 34 10 78

10 e Lotto: estrazione 19 settembre 2020

7 9 120 22 27 29 32 35 39 42 46 53 55 71 72 77 78 87 89

Numero Oro 18
Doppio Oro 18 20

I 5 simboli di Simbolotto del 19 settembre 2020

36-NACCHERE

22-BALESTRA

29-DIAMANTE

28-OMBRELLO

13-RANA

Million Day estrazione 19 settembre: i numeri vincenti

Million Day estrazione 19 settembre: i numeri vincenti dell’estrazione che si effettuerà questa sera precisamente alle ore 19,00.

Miliion Day
Miliion Day
Million Day continua a sbancare e a riscuotere un enorme successo. Il nuovo gioco Lottomatica, infatti, permette di vincere addirittura 1 milione di euro indovinando una combinazione di 5 numeri. I numeri estratti vanno da 1 a 55, mentre è possibile portare a casa interessanti premi anche con 2, 3 e 4 numeri esatti. L’estrazione si tiene tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, alle ore 19:00 in punto.
Le vincite

2 numeri: 2 euro.
3 numeri: 50 euro.
4 numeri: 1000 euro.
5 numeri: 1000000 euro.

Million Day estrazione 19 settembre: i numeri vincenti

Ecco i numeri vincenti di oggi sabato 19 settembre: 39-31-34-13-28

ULTIME ESTRAZIONI
VENERDÌ 18/09 2 10 22 36 41
GIOVEDÌ 17/09 3 16 21 34 53
MERCOLEDÌ 16/09 26 32 36 37 47
MARTEDÌ 15/09 12 16 25 31 32
LUNEDÌ 14/09 3 24 29 39 50
DOMENICA 13/09 2 9 10 16 17
SABATO 12/09 3 13 19 40 52

Calcio, tragedia a Giugliano: muore il giovanissimo Cristian Dell’Aversano

Calcio, tragedia a Giugliano: muore il giovanissimo Cristian Dell’Aversano che aveva 22 anni ed era tesserato con la squadra Boys Melito.

(da Pixabay)

Tragedia incredibile a Giugliano, in provincia di Napoli. Cristian Dell’Aversano, giovanissimo calciatore di 22 anni di proprietà della squadra Boys Melito, è infatti morto in campo a causa di un improvviso malore. Il giovanissimo ragazzo si è sentito male poco prima di disputare una sessione di allenamento insieme al resto dei compagni. Un dramma assurdo, che ha lasciato senza parole l’intera comunità e tutti i parenti di Cristian Dell’Aversano.

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Calciomercato Napoli, assalto del Psg a Koulibaly 

Muore Cristian Dell’Aversano, la nota della Boys Melito

Ecco il comunicato ufficiale apparso in queste ore sulla pagina Facebook del club campano: “Non ci sono parole né pensieri per descrivere certe cose, tu Christian un ragazzo dal cuore d’oro, giocherellone e tanto tanto voluto bene da tutti noi ci lasci così, di stucco, impietriti. Tutti noi, la società, i ragazzi e tutti coloro che ti conoscono portano le più sentite condoglianze alla famiglia dell’Aversano per la scomparsa improvvisa del nostro amato Chry!! La società comunica che tutte le attività sportive di questo fine settimana sabato 19 e domenica 20 sono sospese nel rispetto del nostro caro Christian e delle sua famiglia“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Napoli, cessione vicinissima: via un Big!

😔Non ci sono parole né pensieri per descrivere certe cose, tu Christian un ragazzo dal cuore d'oro, giocherellone e…

Gepostet von Pol. D. Boys Melito am Samstag, 19. September 2020

Coronavirus, Sileri: “Voto in sicurezza, gel e matite disinfettate”

Coronavirus, il viceministro della Salute Sileri annuncia: “Voto in completa sicurezza, si rispetterà il protocollo anti-covid”.

Coronavirus voto
Voto referendum, scheda elettorale

Pierpaolo Sileri, viceministro della Salute, oggi ha presenziato ad un evento a Bologna. A margine, l’esponente del Governo si è soffermato a rispondere alle domande dei cronisti presenti. La grande attenzione è legata al tema del voto: come evitare contagi da coronavirus nei seggi elettorali?

Il protocollo sarà rigido, spiega il viceministro: “Non ci saranno assembramenti, saranno predisposti percorsi di entrata e di uscita. Il gel disinfettante per le mani sarà presente sia all’entrata che all’uscita”. Poi conclude parlando dell’oggetto simbolo delle votazioni, che più preoccupa chi si recherà alle urne: la matita. La matita verrà disinfettata, garantisce Sileri.

LEGGI ANCHE –> IL BOLLETTINO CORONAVIRUS NAZIONALE!

LEGGI ANCHE –> IL BOLLETTINO CORONAVIRUS CAMPANIA!

Coronavirus, Sileri: “Il voto è un ritorno alla normalità”

Coronavirus
Coronavirus Italia

Andare a votare è un ritorno alla normalità: questo il nucleo del pensiero espresso dal viceministro oggi a Bologna. Certamente, sarà una nuova normalità, diversa da quella a cui eravamo abituati fino al marzo di questo 2020. Lo stesso Sileri lo ammette, spiegando però che “finché il virus non deciderà, per conto suo, di modificarsi in una forma favorevole per il genere umano o finché non avremo il vaccino  dovremo fare i conti con questa nuova normalità”.

LEGGI ANCHE –> Napoli, corse Anm ridotte nei giorni delle elezioni: i motivi

Coronavirus, bollettino 19 settembre: contagi in discesa, crescono i morti

Bollettino coronavirus 19 settembre: i dati aggiornati ad oggi riguardanti i nuovi casi di Covid-19 in Italia.

Coronavirus
Coronavirus Italia

CLICCA QUI PER LEGGERE IL BOLLETTINO DI IERI!

Bollettino Coronavirus 19 settembre: l’analisi dei dati

Bollettino Coronavirus 19 settembre
Bollettino Coronavirus 19 settembre

In Italia nelle ultime 24 ore sono 1638 i nuovi contagi, 24 i morti. Il numero dei nuovi positivi è in calo rispetto ai dati diffusi ieri, quando i contagi sfioravano quota 2000. Più che raddoppiati i morti rispetto ai 10 del 18 settembre. L’ottima notizia sta nei 909 guariti. Questi sono i risultati su un totale complessivo di 103.223 tamponi effettuati.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 7 più di ieri, ma 7 sono anche i ricoverati dimessi nello stesso arco di tempo.


LEGGI ANCHE –> IL BOLLETTINO CORONAVIRUS CAMPANIA DI OGGI!

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, ISS: “Il contagio aumenta in famiglia”

Il report settimanale prodotto dal Ministero della Salute con l’Istituto Superiore di Sanità lancia l’allarme sui nuovi focolai di coronavirus presenti lungo tutto il territorio nazionale. Nella settimana analizzata (7-13 settembre) sono stati verificati un totale di 2397 focolai attivi di cui 698 nuovi. Numeri in aumento per la settima settimana consecutiva. Per questo motivo si auspica un impegno ancora maggiore da parte delle autorità sanitarie delle rispettive regioni per tracciare la linea dei contatti. In questo modo si potrà circoscrivere a livello locale e bloccare la diffusione dell’epidemia. L’età media dei pazienti è nuovamente in rialzo, dopo essersi abbassata nel pieno delle “settimane di vacanza”. Tornati dai luoghi della movida, i più giovani avevano contratto il Covid. Ciò che si sta verificando adesso è il passaggio del virus verso i congiunti più anziani e più a rischio. Tutte le opportune precauzioni, per questo motivo, si dovranno adottare con ancora maggiore scrupolosità nell’ambiente familiare per non mettere a rischio i propri cari.

Coronavirus Campania, il bollettino di oggi 19 settembre: 149 positivi

Coronavirus, il bollettino della Regione Campania di oggi 19 settembre. I numeri aggiornati di contagi, guariti e morti nelle ultime 24h.

Coronavirus Campania
Bollettino Coronavirus Campania (Regione Campania)

La Regione Campania annuncia che sono 149 i nuovi positivi sul territorio regionale, 40 i guariti. Purtroppo si registra un deceduto, mentre ieri non c’erano state perdite. I test effettuati oggi sono 5515 e portano così il totale a 532.983 tamponi. Ma il numero dei tamponi analizzati è in calo: nella giornata di ieri erano stati 7460.

I dati sono aggiornati alle ore 23.59 del 18 settembre 2020, riferisce la Regione Campania.

LEGGI ANCHE –> IL BOLLETTINO CORONAVIRUS NAZIONALE!

Bollettino coronavirus, i dati della Regione Campania

Coronavirus
Coronavirus Napoli (Getty Images)

Domani e dopodomani (20 e 21 settembre) i campani si troveranno a votare non soltanto per il referendum sul taglio dei parlamentari, ma anche per le elezioni regionali ed amministrative (queste ultime soltanto in alcuni comuni). L’attenzione sarà massima, c’è da scongiurare ad ogni costo il rischio di focolai creati proprio dalle sedi elettorali.

LEGGI ANCHE –> BENEVENTO, FOCOLAIO COVID IN CARCERE

LEGGI ANCHE –> NAPOLI, IL MIRACOLO DI SAN GENNARO | VIDEO

I protocolli eviteranno gli assembramenti nei seggi elettorali, ci sono percorsi di entrata e uscita, gel disinfettante all’esterno e all’interno, la matita verrà disinfettata. Queste sono le precauzioni annunciate dal viceministro della Salute Pierpaolo Sileri. Un voto che sarà, in sicurezza, “un ritorno alla normalità”.

Benevento, focolaio Covid in carcere. Salvini: “Il Governo ha spalancato le celle”

Focolaio Covid nel carcere di Benevento, Salvini attacca il Governo nella gestione dell’epidemia: “Nessuna tutela per gli uomini in divisa”.

Salvini covid Benevento
Matteo Salvini (Foto: Facebook)

Benevento, scoppia un nuovo focolaio di coronavirus. L’epidemia si diffonde all’interno del carcere del capoluogo di provincia campano, dove cinque agenti della Polizia Penitenziaria sono risultati positivi al Covid-19.

Il leader della Lega Matteo Salvini ha attaccato il Governo per la gestione delle carceri in questo difficile momento di emergenza sanitaria. Su Twitter, infatti, ha scritto: Il governo ha spalancato le celle per mandare a casa centinaia di criminali con la scusa del covid, ma non ha impedito il focolaio nel carcere di Benevento e che mette in pericolo anche le donne e gli uomini in divisa. Solidarietà alla Polizia penitenziaria”.

LEGGI ANCHE –> IL BOLLETTINO CORONAVIRUS DI OGGI!

LEGGI ANCHE –> Veneto, il Governatore leghista Zaia riapre gli stadi

Benevento, Salvini esprime solidarietà agli agenti di Polizia penitenziaria

Polizia (da Pixabay)

Poche ore fa Salvini aveva elogiato l’operato della Squadra Mobile di Macerata, il cui Questore ha predisposto oggi il sequestro di 100 chilogrammi di droga destinati – scrive il politico milanese – agli studenti di scuole medie e superiori. Un’operazione scattata all’interno del programma Scuole Sicure,  di cui Salvini si dice orgoglioso. Netta la sua presa di posizione contro le sostanze stupefacenti: “Droga è morte!” conclude.

LEGGI ANCHE –> USA, sparatoria in una festa: ci sono morti e feriti

Veneto, riaprono gli stadi: ammessi 1000 spettatori

Il Veneto è la seconda regione d’Italia a riaprire gli stadi: saranno ammessi 1000 spettatori, ma il Bentegodi resta chiuso.

Stadi aperti
Campo da calcio, stadio (Pixabay)

Il Governatore della Regione Veneto Luca Zaia ha firmato oggi l’ordinanza per consentire lo svolgimento di eventi sportivi che non superino 1.000 spettatori negli impianti all’aperto e 700 in quelli al chiuso. Riaprono gli stadi in Veneto, ma il Bentegodi (casa di Chievo e Hellas Verona) non darà accesso al pubblico.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, ISS: “Il contagio aumenta in famiglia”

Veneto, stadi aperti: seconda regione dopo l’Emilia Romagna

Veneto, stadi
Stadio (Pixabay)

La prima regione a dare il via libera è stata l’Emilia Romagna, dove domani alle ore 12.30 si giocherà Parma-Napoli (prima giornata della nuova stagione di Serie A). Allo stadio Tardini, però, non saranno tifosi sugli spalti. Secondo quanto riferito da La Gazzetta dello Sport, ad assistere alla gara saranno sponsor del club padrone di casa. Il Parma, infatti, non ha ritenuto possibile organizzare la vendita dei biglietti ai tifosi. Un numero troppo basso da gestire, soprattutto perché l’annuncio della riapertura parziale è arrivato soltanto ieri. L’appuntamento con il calcio di Serie A con il pubblico sugli spalti è ancora rimandato, ma ci sono i primi passi in avanti.

LEGGI ANCHE –> Michael Schumacher, il neurologo: “È in stato vegetativo”

LEGGI ANCHE –> Whatsapp, arriva una nuova funzione contro gli spioni: le novità

Napoli, corse Anm ridotte nei giorni delle elezioni: i motivi

Napoli, corse Anm ridotte domani e dopodomani in occasione della tornata elettorale. Mancheranno 242 dipendenti

Napoli corse Anm ridotte
Foto Twitter Anm Napoli

Elezioni a Napoli per rinnovare il consiglio regionale e accettare o meno la modifica della Costituzione. Ma i prossimi due giorni saranno particolari nella città pertenopea non solo per il voto anche per la riduzione delle corse dell’Anm.

A molti napoletani potrebbe far ridere considerando che il servizio del trasporto pubblico già di per sé non è eccellente e domenica e lunedì si assenteranno 242 dipendenti.

L’azienda con una nota ha comunicato che i dipendenti saranno impegnati nei seggi elettorali nel ruolo di rappresentanti parlando di impegno politico degli stessi. L’Anm vuole però cercare di organizzare nel miglior modo possibile il servizio scrivendo che comunque c’è la consapevolezza che delle ripercussioni ci saranno.

Il 90% delle richieste di assenza viene dai rappresentati impegnati nei seggi nelle ore della tornata elettorale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, festa San Gennaro ai tempi del Covid: la diretta – VIDEO

Napoli, corse Anm ridotte, l’azienda: “Non possiamo opporci”

Napoli nei prossimi due giorni dovrà vedersela con i disservizi del servizio di trasporto pubblico a causa delle elezioni e dell’assenza dei dipendenti che saranno impegnati nei seggi.

L’Anm con tre diversi tweet ha reso noto di dati: prima ha comunicato che mancherà circa il 90% del personale poi ha specificato che sono 242 i dipendenti.

In un terzo tweet l’azienda, quasi ha voler prevenire eventuali proteste dei viaggiatori, ha ricordato che per legge non può opporsi alla libera scelta dei propri dipendenti di impegnarsi in occasione delle giornate elettorali.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid-19, bollettino 18 settembre: quasi 2mila contagi in Italia. In Campania nessun morto

Usa, sparatoria in una festa: ci sono morti e feriti

Usa, sparatoria in una festa in giardino a Rochester, a New York, con almeno cento partecipanti. Vittime tra i 18 e i 22 anni

Usa sparatoria in una festa
Sparatoria a Rochester (foto Twitter BNO News)

Ancora una strage con armi da fuoco negli Stati Uniti. Secondo le prime informazioni diffuse dai media americani, dopo la mezzanotte qualcuno ha aperto il fuoco durante una festa a Rochester, vicino New York.

I morti sono due, un ragazzo e una ragazza tra i diciotto e ventidue anni ma al momento non sono ancora note le generalità. Alto il numero dei feriti, ben quattordici.

Mark Simmons, il capo ad interim della polizia locale, ha raccontato ai giornalisti che hanno riportato i primi dettagli che quando i suoi uomini sono arrivati sul posto dopo la chiamata, hanno trovato una scena caotica.

Non si sa neanche se a sparare sia stata una persona o più e al momento non ci sono arresti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Usa, è morta Ruth Bader Ginsburg: addio al giudice icona diritti donne

Usa, sparatoria in una festa: “Era illegale”

Ancora sangue nelle case americane con una festa finita in sparatoria per motivi ora ignoti. Ennesimo episodio che in Usa farà sicuramente riaccendere la questione della diffusione delle armi e dalla facilità d’accesso.

Sulla strage di Rochester di ieri sera la polizia terrà una conferenza stampa in mattinata (pomeriggio in Italia) per informare la stampa su alcuni dettagli.

Il capo della polizia ha anche dichiarato che la festa era illegale perché insicura a causa dell’emergenza sanitaria.

La città dov’è avvenuta la tragedia per settimane è stata al centro delle protesta del movimento Black Lives Matter perché proprio lì Daniel Prude è stato ucciso dalla polizia per soffocamento.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> È morto Franco Verona, il signore delle penne stilografiche

Whatsapp, arriva una nuova funzione contro gli spioni: le novità

Whatsapp, arriva una nuova funzione per tutelare maggiormente la privacy soprattutto per la versione web, utilizzata più in ambito lavorativo

Whatsapp
Whatsapp (foto pagina Facebook Whatsapp)

Con i social  la necessità di tutelare la privacy aumenta sempre di più così come l’utilizzo di Whatsapp Web, la versione dell’app di messaggistica sul browser, usata maggiormente in ambito lavorativo al pc.

Importante novità con una nuova funzione che al momento è ancora in fase di test. L’azienda di proprietà di Facebook sta pensando di introdurre l’uso dell’impronta digitale dell’utente per poter utilizzare l’app. La sperimentazione va avanti ma a breve questa versione potrebbe essere rilasciata.

Whatsapp Web permette di accedere con una finestra del browser alla chat che abbiamo sullo smartphone. In pratica è come avere la app dal telefono sul pc e poter continuare a utilizzare tutti gli strumenti che è consentito fare con lo smartphone, dall’invio di messaggi scritti a quelli audio, allegare le foto o i video.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Harry Potter diventa un videogioco: la data e i dettagli

Whatsapp Web, utilizzo solo con l’impronta digitale: attesa per la data di rilascio

Soprattutto a lavoro in ufficio, basta una piccola distrazione e ci si allontana lasciando la finestra aperta e così chiunque avrebbe accesso alle nostre conversazioni.

La versione beta alla quale si sta lavorando, quando sarà rilasciata ufficialmente permetterebbe all’utente di aprire una finestra sul pc sono con la propria impronta digitale rilasciata sullo smartphone. In pratica così nessuno potrà avere accesso dal pc alla propria finestra Whatsapp senza che l’utente ne sia a conoscenza.

Al momento non si sa ancora quando potrebbe essere pronta questa importante funzione ma pare che non sia lontana la data dell’ufficialità.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Spotify attacca Apple: accusa di abuso di potere

È morto Franco Verona, il signore delle penne stilografiche

Addio a Franco Verona, prima dipendente poi proprietario dell’azienda Aurora che ha prodotto penne esposte al museo

Franco Verona
Franco Verona (foto pagina Facebook Aurora Pen)

Addio a Franco Verona la cui storia sembra scritta da uno sceneggiatore di Hollywood, da dipendente dell’azienda a manager, poi proprietario.

Si è spento a novant’anni l’uomo dell’Aurora, l’azienda torinese di sessanta dipendenti le cui penne stilografiche sono diventate ironiche, segno di bellezza ed eleganza tanto da finire esposte al Moma di New York.

L’aziende è nata nel 1919 e Verona è entrato nel 1958. Lì cominciò la sua carriera che che ha portato il marchio in giro per il mondo. Basti pensare che l’export contribuisce al 53% di fatturato di un anno.

Pennini dorati fatti in modelli limitati come macchine pregiate da sfoderare in momenti particolari come la firma di contratti da milioni di euro. Simboli del tempo che fu nell’era digitale ma che conservano il loro fascino.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, festa San Gennaro ai tempi del Covid: la diretta – VIDEO

È morto Franco Verona, padre delle celebre penna Hastil

Da bambino seguì la madre che scappò dell’Italia per fuggire dalla persecuzioni razziali. Franco ancora giovanissimo tornò e a Torino entrò nell’Aurora alla quale diede un grande contributo che creazioni note in tutto il mondo: è il caso della penna cilindrica Hastil del 1970 e della sfera Thesi realizzata quatto anni dopo, entrambe esposte al Museum of Modern Art.

Oggi l’azienda è sotto la guida del figlio Cesare. Ricorda che il padre si è occupato di essa fino a qualche anno fa, nonostante l’età.

Un artista, Franco Verona. Così si può definire se le sue creazioni sono esposte in un museo e apprezzate per bellezza stilistica e fascino.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Usa, è morta Ruth Bader Ginsburg: addio al giudice icona diritti donneUsa, è morta Ruth Bader Ginsburg: addio al giudice icona diritti donne

 

Napoli, festa San Gennaro ai tempi del Covid: la diretta – VIDEO

Festa San Gennaro, oggi a Napoli si celebra il santo patrono ma in una versione inedita senza la classica folla

Festa San Gennaro
San Gennaro (foto pagina Facebook Duomo di Napoli)

AGGIORNAMENTO ORE 10.38: Il miracolo è avvenuto, il sangue si è sciolto. L’ha comunicato pochi minuti fa il Vescovo Crescenzio Sepe. Quando la teca è stata presa il sangue era già liquefatto.

Com’era prevedibile quest’anno non ci sarà la grande folla di fedeli ammassata nel Duomo di Napoli per seguire la celebrazione della messa e soprattutto la liquefazione del sangue di San Gennaro, il patrono della città. Il miracolo che i napoletani attendo con ansia, proprio in questo 2020 viene invocato ancora di più.

Le misure anti-contagio impongono regole ferree e precise. Il Duomo non sarà deserto, l’ammissione è per duecento persone, non di più. Ingressi scaglionati dopo la misurazione della temperatura e solo con la mascherina: i fedeli muniti di invito dovranno essere sottoposti a questa procedura ormai consolidata e tra gli ammessi sono inclusi anche i celebranti, il coro la deputazione di San Gennaro e le autorità civili.

Ma ci sarà la possibilità di seguire la celebrazione attraverso due maxischermi, sempre seguendo le norme anti Covid.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Usa, è morta Ruth Bader Ginsburg: addio al giudice icona diritti donne

Festa San Gennaro, il live per seguire le celebrazioni

Prima e dopo la parte centrale del Duomo ci saranno due varchi ai quali si faranno i controlli. Per chi ha fatto richiesta nei giorni scorsi, potrò accomodarsi su una delle trecento sedie allestite sul sagrato partecipando attraverso gli schermi.

Ci sono fedeli che da anni non mancano l’appuntamento del 19 settembre e anche quest’anno così particolare potranno seguire la celebrazione da casa, in diretta streaming sulla popolare Tv campana Canale 21 ma anche sul sito cappellasangennaro.it.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, paura a piazza Bovio: donna aggredita da ragazzo ivoriano

Michael Schumacher, il neurologo: “È in stato vegetativo”

Condizioni Michael Schumacher, secondo il neurogolo Riederer l’ex campione di Formula 1 è in uno stato vegetativo

Michael Schumacher
Michael Schumacher (foto pagina Facebook ufficiale)

Michael Schumacher c’è, è sveglio, respira, il cuore batte, può anche fare qualche passo con l’aiuto di qualcuno, ma nulla di più, è un vegetale.

Ad affermarlo è Erich Riederer, un neurologo. Il medico di Zurigo ha fatto questa affermazione in un documentario di Tcm Francia sul campione tedesco come riporta Tuttosport.

Ma c’è qualche speranza di miglioramenti? Secondo il prof no, o meglio: potrebbero esserci, ma nulla di particolare rispetto a quello che ora fa.

Affermazioni che sono un altro colpo al cuore ai milioni di tifosi, soprattutto ferraristi italiani, che da anni aspettano di avere notizie confortanti sul proprio beniamino. Dal quel maledetto dicembre 2013, il giorno del’incidente sulle alpi francesi quando una caduta mentre sciava gli provocò danni al cervello.

Le informazioni sulle sue condizioni sono sempre state fornite con il contagocce. Sul suo stato, per volontà della famiglia, dai primi momenti si è alzato un muro del silenzio e in questi sette anni, in tanto in tanto, poco è emerso dalla segrete stanze.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> UFFICIALE – Juventus, Higuain rescinde: pesante negativo in bilancio

Michael Schumacher, Jean Todt uno dei pochi che lo vedo

Non è facile immaginare un uomo quasi immobile che sente ma non può rispondere. Ancora di più uno come Schumacher che fermo non stava mai anzi, correva in auto, ed era anche il più veloce di tutti vincendo per ben sette volte il titolo di campione del mondo di Formula 1.

Alla domanda posta al prof Riederer se fosse possibile, il medico non ha lasciato molte speranze.

Tra le poche volte che qualche informazione è emersa, ricordiamo quella dello scorso anno quando il suo amico Jean Todt, grande amico del tedesco oggi presidente della Fia e un tempo team manager della Ferrari, dichiarò di aver visto con Sciumi il Gp di Germania in televisione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Napoli: offerta ufficiale del Psg per Koulibaly

Usa, è morta Ruth Bader Ginsburg: addio al giudice icona diritti donne

Ruth Bader Ginsburg, giudice della Corte Costituzionale, ha lottato fino a ieri sera contro il cancro. Bandiere a mezz’asta nel paese

Ruth Bader Ginsburg
Ruth Bader Ginsburg (foto pagina Facebook RBGmovie · Film)

Ruth Bader Ginsburg, giudice della Corte Costituzionale ottantasettenne, si è spenta ieri, sconfitta dal cancro. Femminista, a favore dei matrimoni tra le persone dello stesso sesso, era la figura più rappresentative dei diritti civili nella massima istituzione giudiziaria degli Stati Uniti D’America.

Gli States piangono un’icona e anche alla Casa Bianca ci sono le bandiere a mezz’asta così come fuori le sedi delle altre istituzioni del paese.

In Usa era conosciuta anche come RGB, l’acronimo del suo nome e titolo della biografia dalla quale nacque un documentario premiato anche con l’Oscar. Ma la sua morte ora diventa una faccenda di equilibrio politico.

Fu nominata da Clinton nel 1993 e ora Trump, a più di un mese dalle elezioni, cercherà di sostituirla con un conservatore per poter dare più peso ai repubblicani nella Corte.

Attualmente su nove giudici, cinque sono repubblicani.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, ISS: “Il contagio aumenta in famiglia”

Ruth Bader Ginsburg, in molti oggi le dedicano un pensiero sui social

Negli Stati Uniti non è difficile trovare borse o maglie con il volto di RGB. Una vera icona, come il Che o tanti altri personaggi storici, ma sicuramente una delle pochissime di genere femminile.

Fu una delle prime donne a cominciare un dottorato ad Harvard e sempre all’Università tenne il corso sulle donne e la legge.

Solo negli anni ’70 entrò nelle aule dei tribunali portando sempre avanti i diritti che riteneva più giusti come quello di abortire o dare assistenza sanitaria per tutti, senza alcuna discriminazione.

Da Trump a Pelosi, dalla Clinton a personaggi dello spettacolo: oggi tutti hanno dedicato un pensiero sui social a lei.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus Spagna, restrizioni alla mobilità cittadina a Madrid

Coronavirus, ISS: “Il contagio aumenta in famiglia”

Coronavirus, sfiorati oggi i 2000 nuovi casi. L’ISS avverte: “Il contagio Covid aumenta all’interno delle famiglie”.

Coronavirus
Coronavirus Italia

L’Istituto Superiore di Sanità (ISS) ha reso noto il consueto monitoraggio settimanale sull’andamento dell’epidemia da coronavirus in Italia. Soltanto oggi si sono sfiorati sul territorio del nostro Paese i duemila nuovi casi di Covid-19. L’incremento dei casi resta inferiore rispetto ad altre nazioni europee come Gran Bretagna (che preannuncia un nuovo lockdown), Spagna e Francia. Un aumento inferiore, ma costante già da sette settimane consecutive!

LEGGI ANCHE –> COVID, IL BOLLETTINO NAZIONALE DI OGGI
LEGGI ANCHE –> Coronavirus, Napoli: sequestrate oltre ventimila mascherine

Coronavirus, ISS: “Il contagio aumenta all’interno delle famiglie”


L’ISS spiega poi come c’è “maggiore trasmissione del SarsCov2 in ambito domiciliare/familiare con circolazione del virus anche tra persone con età più avanzata”. All’interno della famiglia, quindi, il coronavirus tende a contagiare più facilmente. È infatti ancora in aumento l’età mediana dei casi diagnosticati (41 anni nella settimana di monitoraggio) ed il 35% dei nuovi casi diagnosticati nella settimana di monitoraggio ha un’età maggiore di 50 anni.

Le dinamiche di trasmissione si mantengono estremamente fluide, come scrive il portale del Ministero della Salute. Si continuano ad osservare focolai associati ad attività ricreative (invariati rispetto alla scorsa settimana di monitoraggio) con un ulteriore aumento della trasmissione in ambito familiare/domestico (73,6% di tutti i focolai attivi nella settimana di monitoraggio per cui è indicato il contesto di probabile esposizione). I precedenti dati analizzati fanno riferimento al periodo 7-13 settembre 2020.

LEGGI ANCHE –> Verona, esplosione in una palazzina: ci sono feriti – VIDEO

Incendio in Abruzzo: in fumo 120 ettari di montagna

Incendio in Abruzzo: in fumo 120 ettari di montagna in una zona al confine tra le province di Pescara e L’Aquila. All’opera tre canadair e due elicotteri.

Incendio bosco
Incendio: bosco in fiamme (Pixabay)

Nuovo incendio in Abruzzo. A bruciare oggi è la montagna tra Bussi sul Tirino e Collepietro, in una zona al confine tra le province di Pescara e L’Aquila. Cento ettari sono andati in fumo nelle scorse ore, altri venti nel pomeriggio continuavano a bruciare. Nella notte il rogo si è spostato verso valle, sul versante pescarese, spinto soprattutto dal vento e dalle basse temperature. Tre canadair e due elicotteri all’opera per fermare l’incendio. Oltre al supporto aereo, le squadre di terra dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile.

LEGGI ANCHE –> Covid-19, bollettino 18 settembre: quasi 2mila contagi in Italia. In Campania nessun morto
LEGGI ANCHE –> Terremoto, scossa sulla costa calabrese di magnitudo 3.4

Incendio in Abruzzo: in fumo 120 ettari di montagna

Incendio Abruzzo
Incendio bosco (Pixabay)

Le fiamme hanno interessato una zona estremamente impervia, ciò ha complicato ancora di più l’operato dei Vigili del Fuoco. Il vigile del fuoco Paolo Salvatore, vicesindaco di Bussi sul Tirino, sta partecipando – riferisce l’agenzia ANSA – in prima linea alle operazioni di spegnimento di questo grave incendio in Abruzzo.

LEGGI ANCHE –> Napoli, paura a piazza Bovio: donna aggredita da ragazzo ivoriano
LEGGI ANCHE –> Verona, esplosione in una palazzina: ci sono feriti – VIDEO

Coronavirus Spagna, restrizioni alla mobilità cittadina a Madrid

Madrid, annunciate restrizioni alla mobilità cittadina per limitare i contagi da coronavirus in Spagna. 

Coronavirus Spagna
Madrid (Pixabay)

La situazione coronavirus in Spagna è tra le più preoccupanti d’Europa. Nella giornata di oggi i numeri iberici hanno superato anche quelli francesi: 14.389 nuovi contagi nelle ultime 24 ore. Le autorità (politiche e sanitarie) vogliono evitare ad ogni costo un nuovo lockdown, ma si prendono già i primi provvedimenti per arginare l’epidemia.

LEGGI ANCHE –> ITALIA, IL BOLLETTINO CORONAVIRUS DI OGGI

Coronavirus Spagna, restrizioni alla mobilità cittadina a Madrid

In città ci sarà una limitazione alla mobilità. Lo ha annunciato la stessa presidente della Comunità di Madrid Isabel Díaz Ayuso, come riferisce El Pais. Queste limitazioni serviranno proprio ad evitare un ulteriore lockdown: la politica del Partido Popular in carica dal 2019, infatti, si è rifiutata di dichiarare lo stato di allarme per il coronavirus nella capitale di Spagna.

Per il momento, la regione della capitale spagnola limita l’ingresso e l’uscita in 37 zone sanitarie e limita le riunioni a sei persone. I parchi saranno chiusi.

Gestire la crisi a livello locale adesso sembra impossibile: la Comunità di Madrid ha chiesto aiuto al Governo centrale. Nel peggiore momento dell’epidemia Covid in Spagna, le regioni avevano chiesto ed ottenuto maggiore autonomia. All’interno di questa autonomia concessa è prevista anche l’introduzione dello “stato di allarme”, una misura prevista dalla Costituzione che prevede la possibilità da parte del Governo di adottare misure straordinarie. La regione madrilena è tra le più colpite, soprattutto nelle ultime settimane. Adesso la gestione si fa davvero complicata.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus in Gran Bretagna: “Possibile nuovo lockdown”

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, Napoli: sequestrate oltre ventimila mascherine

Million Day estrazione 18 settembre: i numeri vincenti

Million Day estrazione 18 settembre: i numeri vincenti dell’estrazione che si effettuerà questa sera precisamente alle ore 19,00.

Miliion Day
Miliion Day
Million Day continua a sbancare e a riscuotere un enorme successo. Il nuovo gioco Lottomatica, infatti, permette di vincere addirittura 1 milione di euro indovinando una combinazione di 5 numeri. I numeri estratti vanno da 1 a 55, mentre è possibile portare a casa interessanti premi anche con 2, 3 e 4 numeri esatti. L’estrazione si tiene tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, alle ore 19:00 in punto.
Le vincite

2 numeri: 2 euro.
3 numeri: 50 euro.
4 numeri: 1000 euro.
5 numeri: 1000000 euro.

Million Day estrazione 18 settembre: i numeri vincenti

Ecco i numeri vincenti di oggi venerdì 18 settembre: 41-36-2-22-10

VENERDÌ 18/09 2 10 22 36 41
GIOVEDÌ 17/09 3 16 21 34 53
MERCOLEDÌ 16/09 26 32 36 37 47
MARTEDÌ 15/09 12 16 25 31 32
LUNEDÌ 14/09 3 24 29 39 50
DOMENICA 13/09 2 9 10 16 17
SABATO 12/09 3 13 19 40 52

Covid-19, bollettino 18 settembre: quasi 2mila contagi in Italia. In Campania nessun morto

Covid-19, bollettino 18 settembre: quasi 2mila contagi in Italia come annunciato poco fa dalla Protezione Civile nel bollettino.

In Italia aumenta il numero di contagi da Coronavirus. Secondo quanto riferito dalla Protezione Civile nel consueto bollettino, nelle ultime ventiquattro ore si registrerebbero addirittura 1907 contagi, 10 morti e 853 guariti. In tutto sono 99.839 i tamponi effettuati, con un aumento di ricoveri (39). C’è, però, una buona notizia: rispetto a ieri, infatti, ci sono 4 terapie intensive in meno.

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Coronavirus, Napoli: sequestrate oltre ventimila mascherine

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Covid-19, bollettino 17 settembre: boom di contagi, 13 morti

Coronavirus, la situazione in Campania: i numeri

In Campania – secondo quanto riportato sulla pagina Facebook del presidente della Regione, Vincenzo De Luca – sarebbero 208 i nuovi positivi, 50 le persone guarite e nessun morto. In tutto sono stati effettuati 7.460 tamponi per un totale adesso di 527.468.

🔴COVID-19, IL BOLLETTINO ORDINARIO DELL'UNITÀ DI CRISI DELLA REGIONE CAMPANIAQuesto il bollettino di oggi:Positivi…

Gepostet von Vincenzo De Luca am Freitag, 18. September 2020

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Coronavirus, focolaio a Polignano: sale il numero dei contagi

LEGGI QUESTO ARTICOLO >>> Coronavirus, Trump: “Vaccino a ottobre”. E il Covid arriva nella Casa Bianca

Elettra Lamborghini esplosiva: le curve mandano il web in tilt – FOTO

Elettra Lamborghini esplosiva: le curve mandano il web in tilt e la Storia della cantante continua a riscuotere un grande successo.

Elettra Lamborghini
Elettra Lamborghini (screenshot da Instagram)

Tra le regine indiscusse del momento figura, senza ombra di dubbio, Elettra Lamborghini. La celebre cantante è seguitissima sui principali social network e su Instagram dove al momento vanta poco più di 6 milioni di follower. La 26enne originaria di Bologna sempre più spesso pubblica Foto intrigante e Storie scoppiettanti che riscuotono un enorme successo. Proprio come quella di queste ore, che ha letteralmente mandato il web in tilt.

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Diletta Leotta infiamma Radio 105: lato A strepitoso – FOTO

Elettra Lamborghini incantevole su Instagram: ecco la Storia

Nella Storia in questione, si vede la splendida Elettra Lamborghini indossare una maglietta bianca particolarmente corta a dell’intimo dello stesso colore, che mette in risalto le sue forme. Una mise particolarmente audace che evidenzia, ancora una volta, tutto il fascino e la bellezza della ragazza emiliana. Ecco la Storia pubblicata in queste ore da Elettra Lamborghini sulla propria pagina Instagram:

>> CLICCA QUI PER VEDERE LA STORIA DI ELETTRA LAMBORGHINI SU INSTAGRAM 

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Wanda Nara lascia tutti senza parole: lato A esplosivo – FOTO

LEGGI QUESTO ARTICOLO >>> Belen Rodriguez incanta su Instagram: bikini e lato A assurdi – FOTO

Napoli, paura a piazza Bovio: donna aggredita da ragazzo ivoriano

Napoli, paura a piazza Bovio: donna aggredita da ragazzo ivoriano che è stato arrestato dagli agenti dell’ufficio Prevenzione generale.

Piazza Bovio (da Google)

Attimi di paura a Napoli, precisamente all’interno della stazione metropolitana di piazza Bovio. Un ragazzo ivoriano di 27 anni – secondo quanto riportato proprio in questi minuti dall’Ansa – avrebbe prima aggredito e poi inseguito una donna, in evidente stato di agitazione e con gli abiti strappati. L’uomo, a quel punto, è stato immediatamente arrestato dagli agenti dell’ufficio Prevenzione generale della Questura di Napoli. L’accusa è di violenza sessuale.

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Napoli, arrestati finti carabinieri e avvocati per truffa: i dettagli

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Coronavirus, Napoli: sequestrate oltre ventimila mascherine

Napoli, grande paura a piazza Bovio: la ricostruzione

Dopo aver visto la vittima dell’aggressione in stato di agitazione, i poliziotti con l’aiuto dei commissariati Vicaria-Mercato e Decumani avrebbero immediatamente bloccato l’uomo conducendolo in caserma per ulteriori accertamenti. La donna si trova ora in buonissime condizioni di salute. Ricorderà, però, a lungo l’aggressione subita nelle scorse ore all’interno della stazione metropolitana di piazza Bovio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bologna, maxi sequestro dell’antimafia a un imprenditore

Napoli aggressione piazza Bovio
Carabinieri (Pixabay)

Cina, fuga di batteri da un laboratorio: 3mila casi di brucellosi

Cina, fuga di batteri da un laboratorio: 3mila casi di brucellosi secondo quanto riportato in queste ore dalle autorità sanitarie di Lanzhou.

Grandissima paura in Cina, dove in queste ore si registra una fuga di batteri da un laboratorio. Lo conferma la redazione della ‘CNN’, secondo cui poco più di 3mila persone si sarebbero ammalate a causa di questo sorprendente incidente avvenuto in un impianto biofarmaceutico della parte nord-occidentale del paese. La patologia in questione è la brucellosi, che colpisce tanti animali, fra cui mucche, pecore, capre, cervi, maiali, cani. E che, di solito, non è contagiosa tra gli esseri umani.

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Coronavirus, Napoli: sequestrate oltre ventimila mascherine

Brucellosi, ecco di cosa si tratta

La brucellosi, conosciuta anche come febbre di Malta o febbre mediterranea, causa nella maggior parte dei casi febbre acuta, dolori articolari e anche mal di testa. Alcuni dei batteri della brucellosi possono contagiare anche l’uomo, soprattutto quando entrano in contatto con animali o prodotti di origine animale contaminati. Seguiremo, dunque, con grande attenzione l’evolversi della vicenda in Cina e vi terremo sicuramente aggiornati in tal senso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, arrestati finti carabinieri e avvocati per truffa: i dettagli

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bologna, maxi sequestro dell’antimafia a un imprenditore

Coronavirus in Gran Bretagna: “Possibile nuovo lockdown”

Coronavirus in Gran Bretagna, sale la paura per l’alto numero dei contagiati e il ministro della salute non esclude nuove chiusure

Coronavirus in Gran Bretagna
Lockdown Gran Bretagna (foto Facebook Rcs Salute)

Coronavirus, in Gran Bretagna spaventa l’aumento del numero dei contagi che nei giorni ha toccato quote che oscillano tra 70 e 100 persone ogni 100mila abitanti.

Già ieri il ministro della Sanità Matt Hancock aveva annunciato che ci sarebbero stati dei lockdown locali perché in alcune zone del paese la situazione è particolare.

Il ministro ha parlato di tre linee di difesa: la prima è il distanziamento sociale, la seconda è il tracciamento dei contatti sul quale afferma che si sta lavorando bene e con buoni risultati, la terza e ultima è il lockdown. Questa però non vorrebbe essere applicata in tutto il paese, ma non viene neanche esclusa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, arrestati finti carabinieri e avvocati per truffa: i dettagli

Coronavirus in Gran Bretagna lockdown già per dieci milioni di cittadini

Il ministro della Sanità non ha usato mezze parole e alla Bbc ha dichiarato che la situazione è molto grave visti gli ultimi numeri.

Non è escluso il lockdown già in vigore in alcune zone del regno possa essere esteso ovunque.

In tutto, infatti, sono dieci milioni le persone che non possono avere contatti con amici e parente e che possono uscire di casa solo per validi motivi.

Da oggi è in vigore un provvedimento che coinvolge circa due milioni di persone nel Nordest dell’Inghilterra dove dopo le 22 entra in vigore il coprifuoco.

Considerando anche altri Stati del Regno Unito, Scozia, Galles e Irlanda del Nord, è circa il 15% della popolazione britannica che è già sottoposta a restrizioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> È morto Winston Groom, lo scrittore che creò Forrest Gump

Coronavirus, Napoli: sequestrate oltre ventimila mascherine

Coronavirus, in quattro comuni le Fiamme gialle hanno impedito la vendita di materiale senza requisito e sanzionato due persone

Coronavirus
Auto Guardia di FInanza (foto pagina Facebook)

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ha sequestrato più di ventimila mascherine e ventidue presunte tute protettive realizzate senza autorizzazione.

Il sequestro è avvenuto in quattro diversi comuni della provincia, Pompei, Gragnano, Santa Maria la Carità e Casalnuovo in tre diversi momenti.

Il materiale non aveva istruzione in lingua italiana ma solo inglese e cinese e non rispettavano i requisiti necessari a garantire la sicurezza come le mascherine FFP2 sequestrate a Gragnano che facevano parte di un’attività all’ingrosso.

Dalla città dei pastai è nata la prima operazione che poi si è spostata a Pompei dove nel deposito della stessa società operante all’ingrosso sono state trovati altri dispositivi privi di requisiti come le prime.

Per questo filone è stato sanzionato un uomo di cinquantuno anni di Potenza, rappresentante legale della società.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, arrestati finti carabinieri e avvocati per truffa: i dettagli

Coronavirus, a Casalnuovo un ambulante aveva delle tute protettive

Gepostet von ANSA Campania am Freitag, 18. September 2020

Per quanto riguarda l’operazione di Santa Maria la Carità la vendita delle mascherine, circa 2800, era al dettaglio e in particolare nel commercio online: anche in questo caso i dispositivi di sicurezza non avevano istruzioni in lingua italiana. Come per l’operazione di Gragnano c’è stata la sanzione al titolare, un uomo di quarantanni residente in città.

Infine sanzione anche per un uomo di quarant’anni di Casalnuovo di Napoli: si tratta di un ambulante che aveva 4500 mascherine e ventidue tute “protettive” realizzate senza alcun rispetto delle norme.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bologna, maxi sequestro dell’antimafia a un imprenditore

Napoli, arrestati finti carabinieri e avvocati per truffa: i dettagli

Napoli, arrestati finti carabinieri e avvocati tra città e provincia: manette per sei persone accusati di aver truffato anziani a Brindisi

Napoli arrestati finti carabinieri
Carabinieri (Pixabay)

Da Napoli e provincia in trasferta a Brindisi per truffare degli anziani e farsi consegnare denaro. Fingevano di essere avvocati o carabinieri per aggirare le povere vittime.

Associazione per delinquere finalizzata alle truffe, truffa e tentata truffa aggravata; queste sono le accuse ai danni di sei persone residenti tra Napoli e provincia per le quali questa mattina sono scattati gli arresti domiciliari dopo l’ordinanza del Gip del Tribunale di Brindisi.

Sono stati i carabinieri di San Vito dei Normanni, nel brindisino, a effettuare l’operazione coadiuvati ovviamente supportati dai colleghi napoletani delle Compagnie del Vomero, Napoli Centro, Poggioreale, Casoria e Torre del Greco che hanno eseguito l’ordinanza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Verona, esplosione in una palazzina: ci sono feriti – VIDEO

Napoli, arresti domiciliari per gli arrestati per truffa

Le sei persone sono residenti a Napoli e in Provincia pertanto si è chiesto il supporto dei carabinieri di Casoria e Torre del Greco. Al momento dell’arresto, cinque erano a Napoli e il sesto a Portici, città confinante con il capoluogo campano.

Le indagini hanno appurato che la “regia” delle truffe era sempre la stessa e che i componenti della banda aveva ognuno un ruolo. Prima si individuava la vittima, poi il contatto telefonico con la richiesta di denaro per salvare qualche congiunto finito dei guai e infine il ritiro dei soldi fino a casa. Un metodo purtroppo utilizzato da anni in tutta Italia.

Le indagini sono partite dopo varie denunce dalle quali è emerso che le modalità erano sempre le stesse e man mano, confrontando le denunce, i militari sono riusciti ad individuare i componenti della banda e a sgominarla.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> È morto Winston Groom, lo scrittore che creò Forrest Gump

Bologna, maxi sequestro dell’antimafia a un imprenditore

Bologna, maxi sequestro della Dia ai danni di un imprenditore ravennate. Sgominata anche una gang di picchiatori

Macchine, partecipazioni societarie, beni immobili: è grossa la quantità sequestrata dalla Direzione Investigativa Antimafia di Bologna ai danni un un imprenditore ravennate. In tutto la somma dei beni ammonta a cinquanta milioni di euro con sequestri tra l’Emilia Romagna e la Lombardia. Le operazioni di stamattina, infatti, sono scattate congiuntamente anche a Brescia e a Firenze.

Nel lungo elenco c’è anche un conto corrente presso un istituto bancario di San Marino. Un bel bottino quello dell’imprenditore per il quale sono scattate le manette.

Dettagli sull’operazione di oggi saranno resi pubblici nel corso di una conferenza stampa presso la Procura della Repubblica di Ravenna alle ore 12.00 in presenza del Procuratore Alessandro Mancini.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Verona, esplosione in una palazzina: ci sono feriti – VIDEO

Bologna, arrestati membri della AK47

Ma nel capoluogo emiliano la notizia del giorno non è solo il sequestro di beni da parte della Dia ma anche l’arresto di una giovane gang che ha terrorizzato le vie del centro.

Risse con tirapugni, coltellate e violenza gratuita per futili motivi: la banda di ragazzi, alcuni minorenni, era protagoniste di questi atti vandalici.

AK47 è il nome che questa vera e propria banda si era dato e che utilizzava molto i social attraverso i quali sono stati identificati dopo un lungo lavoro delle forze dell’ordine. Gli stessi strumenti di comunicazione tecnologica sono stati utilizzati dalla gang (composta da tutti ragazzi pakistani) anche per minacciare o dare appuntamenti che poi si rivelavano trappole per aggressioni con catene.

I responsabili di questa violenza sono stati individuati grazie al lavoro certosino fatto in collaborazione con le forze dell’ordine. Dai profilo social dei ragazzi sono stati estratti dei dettagli come i simboli utilizzati (la scritta AK47) o i tatuaggi, alcuni uguali tra i componenti della banda come un fucile sull’avambraccio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> È morto Winston Groom, lo scrittore che creò Forrest Gump

 

Verona, esplosione in una palazzina: ci sono feriti – VIDEO

Esplosione nel quartiere Veronetta intorno alle 8 di questa mattina in via San Giovanni in Valle. Un ferito sarebbe in gravi condizioni

Esplosione Veronetta
Esplosione Veronetta (screen video Vigile del Fuoco)

Espolosione a Veronetta in una palazzina intorno alle 8 di questa mattina in via San Giovanni in Valle. Sul posto si sono subito recate le forze dell’ordine e i soccorsi medici.

Seconde le prime notizie che giungono dal luogo, sei sarebbero i feriti e due di essi, di cui uno in grave condizioni, sono stati trasportati all’ospedale a Borgo Trento.

Le due persone sono state portate in ospedale a causa di una frattura alla gamba e l’altro, quello più grave, perché ustionato. Gli altri quattro feriti sono stati curati sul posto e le loro condizioni non sono gravi.

Secondo il quotidiano L’Arena, alcuni residenti del posto hanno sostenuto che l‘esplosione sarebbe stata provocata volontariamente da un inquilino che aveva ricevuto lo sfratto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> È morto Winston Groom, lo scrittore che creò Forrest Gump

Esplosione a Veronetta, forse è un gesto volontario

L’esplosione è avvenuta in via San Giovanni in Valle vicino alle scuole Rubele.

Il boato che stamattina si è sentito nel quartiere veronese è stata causata da una deflagrazione provocata in un alloggio Agec (case comunali).

Secondo la testimonianza di alcuni residente, l’esplosione sarebbe stata provocata di proposito da una persona che ha ricevuto l’ultimatum di sfratto ed è costretto a lasciare l’abitazione.

Ma questa è solo un’ipotesi. Non si esclude infatti che tutto abbiamo avuto origine da una fuga di gas.

Problemi anche per la quotidiana viabilità cittadina. Si consiglia di evitare di passare per il quartiere e trovare strade alternative.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Terremoto, scossa sulla costa calabrese di magnitudo 3.4

 

È morto Winston Groom, lo scrittore che creò Forrest Gump

È morto Winston Groom, lo scrittore che neò 1986 pubblicò il romanzo di Forrest Gump, diventato poi un film. Aveva 77 anni

Winston Groom
Winston Groom (foto Facebook)

Addio a Winston Groom. Il papà di Forrest Gump aveva 77 anni. La morte è stata annunciata da Karin Wilson, il sindaco di Faihope, la città dell’Alabama che aveva dato i natali allo scritto. La notizia è stata poi ripresa e diffusa dalla Cnn.

Groom viene ricordato innanzitutto per quel libro che nel 1994 divenne un film del regista Robert Zemeckis con la magistrale interpretazione di Tom Hanks. Una pellicola entrata nella storia del cinema mondiale che vinse ben sei Oscar.

Molte sono le scene che tutti ricordano ma sopratutto delle frasi, diventati dei modi di dire (“sono un po’ stanchino”, “Corri Forrest, corri!”), dando vita al “Gumpismo”, come se fosse un modo di vivere.

Ma Winston Groom non è stato solo quel romanzo. Sempre nel 1984 vinse l’ambito premio Pulitzer con Conversazioni con il nemico nato dall’esperienza di due anni che l’autore ebbe durante la guerra in Vietnam negli anni 1966 e 1967.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>Terremoto, scossa sulla costa calabrese di magnitudo 3.4

Winston Groom, dalla guerra in Vietnam al premio Pulitzer

Eppure la carriera di Groom doveva prendere tutt’altre direzione e come spesso succede agli autori di successo, la strada che dovrebbero seguire prende una deviazione.

A Mobile, in Alabama, frequentò la scuola militare e c’era anche la carriera di avvocato che lo aspettava, come il padre.

Durante il college, però, cominciò a fare il redattore letterario e si avvicinò sempre di più alla scrittura.

Il successo di Forrest Gump arrivò però dopo l’uscita del film quando in tutto il mondo le vendite arrivarono a un milione e duecentomila copie.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus Campania, bollettino 17 settembre: 195 positivi e 3 morti

Terremoto, scossa sulla costa calabrese di magnitudo 3.4

Terremoto, scossa sulla costa sud orientale della Calabria alle ore 3.16. Epicentro a 72 km da Reggio Calabria

Terremoto in Calabria
Terremoto (foto Ingv)

Trema la Calabria ma questa volta con epicentro in mare e fortunatamente senza danni.

Non si registrano infatti avvertimenti da parte della popolazione né datti a strutture dopo la scossa rilevata dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia alle ore 3.16 a largo della costa calabrese, a 72 chilometri di distanza ad est di Reggio Calabria.

L’ipocentro non è stato molto alto, 36 chilometri, e ciò significa che se fosse stata sulla terra ferma è probabile che comunque non sarebbe stata avvertita dalla popolazione.

Circa venti minuti più tardi è stata registrata un’altra scossa sempre sul versante orientale dello stivale ma che non riguardava la Calabria.

Alle ore 3,41 la terra si è mossa a Macerata, precisamente in provincia, a Ussita, con bassa intensità di magnitudo 2.2, a una profondità di 9 chilometri.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Codogno, primo caso di coronavirus in una scuola elementare

Terremoto, le altre scosse sul versante orientale dello stivale

Ma le scosse che interessato il lato Est dell’Italia sono cominciate ieri e per fortuna sono tutte di bassa entità.

Nel giornata del 17, tra quelle di maggior rilievo, c’è sicuramente il fenomeno sismico avvenuto a San’Alfio, in provincia di Catania, alle ore 6,45. Anche in questo caso magnitudo 2.6 ma ipocentro davvero basso con una profondità di solo 6 chilometri.

Nella stessa giornata ancora un terremoto in provincia di Catania, a Ragalna, alle ore 12,07 a 18 chilometri di profondità.

Nessuna di queste scosse ha provocato danni a cose o persone.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Pistoia, suicidio dal ponte: l’uomo aveva appena ucciso la compagna

Pistoia, suicidio dal ponte: l’uomo aveva appena ucciso la compagna

Tragedia a Pistoia: un caso di omicidio-suicidio. L’uomo uccide la compagna, poi decide di farla finita gettandosi dal ponte sospeso di San Marcello Piteglio.

Pistoia suicidio
Carabinieri (Pixabay)

A Pistoia oggi si è verificato il suicidio di un uomo, lanciatosi dal ponte sospeso di San Marcello Piteglio. I carabinieri, intervenuti sul posto, hanno trovato l’uomo originario di Prato senza vita. E’ indagando sulle cause di questo gesto che gli agenti scoprono la verità, spiega l’ANSA. L’uomo aveva ucciso poco prima la sua compagna di 38 anni a Prato, a circa 60 chilometri di distanza. Il movente sarebbe da ricondurre a pesanti dissidi tra i due, ma gli inquirenti stanno valutando anche che l’origine del malessere della coppia fosse dovuto alla mancanza di un lavoro da parte dell’uomo.

LEGGI ANCHE –> Livorno, bambino di 4 anni muore investito da scuolabus

Tragedia a Pistoia: suicidio dopo aver ucciso la compagna

desenzano cade dal terzo piano
Ambulanza (da Pixabay)

La donna, Claudia C., lavorava in un centro estetico; mentre l’uomo 50enne era disoccupato. La coppia ha anche una figlia molto piccola, che durante il caso di omicidio-suicidio era a casa dei nonni. L’omicidio efferato è stato portato a termine con un’arma da taglio. Molto più che un semplice suicidio, quindi, come inizialmente si era creduto.

Il ponte sospeso di Mammiano, vicino a San Marcello Pistoiese, già in precedenza era stato luogo di suicidi. Una passerella pedonale sul torrente Lima che arriva a superare anche i 30 metri di altezza.

LEGGI ANCHE –> Desenzano, cade dal terzo piano: muore davanti ai nipoti

LEGGI ANCHE –> Codogno, primo caso di coronavirus in una scuola elementare

Codogno, primo caso di coronavirus in una scuola elementare

Codogno, primo caso di un bambino positivo al coronavirus in una scuola elementare. Quindici alunni sono adesso in attesa del tampone.

riapertura scuola
Scuola (foto Twitter)

Codogno è divenuto celebre negli ultimi mesi per essere stato il primo comune italiano in cui è stato accertato un caso di coronavirus in Italia. Da lì è partita l’epidemia, o almeno così è parso a lungo. Oggi nel comune del Lodigiano un bambino di una scuola elementare è risultato positivo al Covid-19. L’intera classe, formata da circa una quindicina di alunni, si trova in isolamento domiciliare in attesa di sottoporsi al tampone.

LEGGI ANCHE –> BOLLETTINO CORONAVIRUS OGGI 17 SETTEMBRE

Codogno, primo caso di coronavirus in una scuola elementare

Riapertura scuola
Aula scolastica (Getty Images)

Il sindaco Franco Passerini – intervenuto ai microfoni dell’ANSA – ha spiegato che non c’è da preoccuparsi. La situazione è sotto controllo, garantisce il primo cittadino. Il bimbo già lunedì, dopo il primo giorno di scuola era tornato a casa con un leggero raffreddore ed il naso colante. Una chiamata pediatra in via precauzionale ha portato i genitori del giovane alunno ad effettuare il tampone secondo la prescrizione del medico. Ieri sera (mercoledì) è arrivato il risultato: positivo. Subito sono stati avvisati i genitori dei compagni di classe, questa mattina nessuno era presente in aula.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, scuola chiusa nel napoletano: un’insegnante positiva al tampone

Aumentano gli episodi in tutta Italia di scuole costrette alla chiusura ancor prima della ripartenza dell’anno scolastico e di insegnanti risultati positivi. Il trend dei contagi sul territorio nazionale resta in crescita e la ripresa delle attività scolastiche ed accademiche spaventa gli esperti. I mezzi pubblici torneranno a riempirsi ben oltre la misura consentita ed auspicata dal Governo e dal comitato tecnico scientifico. Nonostante le previsioni, da Palazzo Chigi garantiscono a più riprese: non ci sarà un nuovo lockdown.

UFFICIALE – Juventus, Higuain rescinde: pesante negativo in bilancio

Gonzalo Higuain rescinde il contratto con la Juventus: arriva l’annuncio ufficiale del club. Pesante negativo in bilancio. 

Juventus Higuain
Juventus

Gonzalo Higuain non è più un calciatore della Juventus, da questa sera in via ufficiale. Il contratto dell’argentino è stato risolto, così da liberarsi di un ingaggio oneroso. Una rescissione necessaria per il club campione d’Italia, che punta tutto su Edin Dzeko e Luis Suarez per il ruolo di punta nella prossima stagione. Lo stesso nuovo allenatore Andrea Pirlo aveva ‘scaricato’ il Pipita durante la prima conferenza stampa: “Il suo ciclo qui è finito”. Una volta ringraziato per i gol – pesanti – messi a segno in maglia bianconera, è stato accompagnato alla porta. Higuain adesso firmerà con l’Inter Miami, provando l’esperienza americana della MLS.

LEGGI ANCHE –> Juve, si infiamma il calciomercato: Dzeko nel mirino

Higuain rescinde, Dzeko il sostituto?

Calciomercato Juventus
Edin Dzeko (Getty Images)

La Juventus ha annunciato la risoluzione del contratto con il seguente comunicato: “Juventus Football Club S.p.A. comunica di aver risolto consensualmente il contratto di prestazione sportiva con il calciatore Gonzalo Gerardo Higuain. Tale operazione genera un effetto economico negativo sull’esercizio 2019/2020, pari a € 18,3 milioni, con effetto della svalutazione del valore residuo del calciatore”.

Nella giornata di domani, 18 settembre, si riunirà il CdA della Juventus per esaminare ed approvare il bilancio d’esercizio al 30 giugno 2020. Tra gli argomenti del giorno è prevista anche la discussione dell’effetto economico negativo generato dalla citata risoluzione contrattuale dell’attaccante argentino. Higuain era arrivato dal Napoli nel 2016 per la maxi cifra della clausola rescissoria di 90 milioni di euro. Adesso il suo passaggio a costo zero nel campionato americano danneggia il bilancio della società.

Edin Dzeko è il nome numero uno per sostituirlo, Luis Suarez è il grande sogno. L’uruguaiano del Barcellona ha sostenuto oggi a Perugia l’esame di lingua italiana per acquisire il doppio passaporto ed essere così considerato un calciatore comunitario.

LEGGI ANCHE –> LA SERIE A PERDE KOULIBALY? ASSALTO PSG

Estrazioni del Simbolotto Lotto SuperEnalotto e 10eLotto 17 settembre

Estrazioni Simbolotto Lotto SuperEnalotto e 10eLotto del 17 settembre che si terranno questa sera con inizio come sempre alle ore 20,00.

Estrazioni Simbolotto Lotto SuperEnalotto 10eLotto
Estrazioni Simbolotto Lotto SuperEnalotto 10eLotto

Si avvicina uno dei momenti più attesi da parte dei tantissimi appassionati di estrazioni, con LottoSimbolottoSuperEnalotto e 10 e Lotto pronti a regalare nuovi ricchi premi agli italiani. Il Jackpot è arrivato adesso 27.920.547,88 €, mentre la vincita più alta risale al 2019 quando furono vinti addirittura 209 milioni di euro, più delle lotterie americane di Mega Millions che hanno una fatto registrare fin qui una vincita massima di 140 e 145 milioni di euro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Estrazioni del Simbolotto Lotto SuperEnalotto e 10eLotto 15 settembre

Estrazioni SuperEnalotto 17 settembre: i numeri vincenti

SUPERENALOTTO, I NUMERI VINCENTI: 9 29 35 47 53 85
Numero Jolly 71
Superstar 48

Estrazioni Lotto 17 settembre 2020 ore 20.00

BARI 77 23 45 54 86
CAGLIARI 57 81 85 39 21
FIRENZE 12 86 38 52 81
GENOVA 71 11 62 85 12
MILANO 10 47 71 45 58
NAPOLI 88 50 77 54 33
PALERMO 29 32 27 4 28
ROMA 22 14 21 19 64
TORINO 57 12 78 67 62
VENEZIA 4 37 70 3 79
NAZIONALE 52 80 15 13 59

10 e Lotto: estrazione 17 settembre 2020

4 10 11 12 14 22 23 29 32 37 45 47 50 57 71 77 81 85 86 88
Numero Oro 77
Doppio Oro 77 23

I 5 simboli di Simbolotto del 17 settembre 2020

25-NATALE

6-LUNA

22-BALESTRA

12-SOLDATO

21-LUPO

Simbolotto estrazione giovedì 17 settembre: i simboli vincenti

Simbolotto estrazione giovedì 17 settembre: i simboli vincenti dell’estrazione che si terrà come sempre precisamente alle ore 20,00.

Simbolotto
Simbolotto

Tra i giochi che attualmente riscuotono maggiore successo in Italia figura sicuramente il Simbolotto. Per ciascuna giocata al Lotto/Lotto Più effettuata su una specifica ruota in promozione (varia di mese in mese), viene assegnata sullo scontrino una combinazione casuale di 5 simboli (tra 45 disponibili). L’Estrazione del Simbolotto si effettua tre volte a settimana, in concomitanza con Lotto e Superenalotto. Di seguito il calendario delle ruote in promozione per partecipare gratis all’estrazione:

Simbolotto
Simbolotto

Simbolotto 17 settembre: ecco la combinazione vincente

25-NATALE

6-LUNA

22-BALESTRA

12-SOLDATO

21-LUPO

Million Day estrazione 17 settembre: i numeri vincenti

Million Day estrazione 17 settembre: i numeri vincenti dell’estrazione che si effettuerà questa sera precisamente alle ore 19,00.

Miliion Day
Miliion Day
Million Day continua a sbancare e a riscuotere un enorme successo. Il nuovo gioco Lottomatica, infatti, permette di vincere addirittura 1 milione di euro indovinando una combinazione di 5 numeri. I numeri estratti vanno da 1 a 55, mentre è possibile portare a casa interessanti premi anche con 2, 3 e 4 numeri esatti. L’estrazione si tiene tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, alle ore 19:00 in punto.
Le vincite

2 numeri: 2 euro.
3 numeri: 50 euro.
4 numeri: 1000 euro.
5 numeri: 1000000 euro.

Million Day estrazione 17 settembre: i numeri vincenti

Ecco i numeri vincenti di oggi giovedì 17 settembre: 34-16-53-21-3

Le ultime estrazioni

MERCOLEDÌ 16/09 26 32 36 37 47
MARTEDÌ 15/09 12 16 25 31 32
LUNEDÌ 14/09 3 24 29 39 50
DOMENICA 13/09 2 9 10 16 17
SABATO 12/09 3 13 19 40 52
VENERDÌ 11/09 5 22 33 37 46
GIOVEDÌ 10/09 16 20 27 36 46

Coronavirus Campania, bollettino 17 settembre: 195 positivi e 3 morti

Coronavirus Campania, bollettino 17 settembre: 195 positivi e 3 morti secondo quanto riferito proprio in questi minuti.

Coronavirus Campania
Bollettino Coronavirus Campania (Regione Campania)

Il Coronavirus continua a imperversare in Italia e, proprio in questi minuti, arrivano aggiornamenti importanti dalla Campania. Secondo quanto comunicato nel Bollettino odierno regionale, i nuovi positivi sarebbero in tutto 195, di cui 21 da rientro o in qualche modo collegati a gente che è appena tornata dalle vacanze. In totale sono stati effettuati 8.473 tamponi analizzati: nelle ultime ventiquattro ore i morti sono 3 mentre le persone guarite 82.

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Covid-19, bollettino 17 settembre: boom di contagi, 13 morti

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Coronavirus in Inghilterra, ministro annuncia lockdown locali

Coronavirus, ecco quando comincia la scuola a Torre del Greco

Intanto, la scuola ripartirà giovedì 1 ottobre a Torre del Greco. Il posticipo è stato deciso in queste ore e da pochissimo è arrivata la firma del primo cittadino Giovanni Palomba sulll’ordinanza. Le attività didattiche di tutti gli istituti scolastici di ogni ordine e grado di Torre del Greco, dunque, riapriranno due settimane esatte e gli studenti dovranno pazientare ancora un po’ prima di tornare tra i banchi di scuola.

🔴COVID-19, IL BOLLETTINO ORDINARIO DELL'UNITÀ DI CRISI DELLA REGIONE CAMPANIAQuesto il bollettino di oggi:Positivi…

Gepostet von Vincenzo De Luca am Donnerstag, 17. September 2020

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Coronavirus, focolaio a Polignano: sale il numero dei contagi

LEGGI QUESTO ARTICOLO >>> Coronavirus, Trump: “Vaccino a ottobre”. E il Covid arriva nella Casa Bianca

Covid-19, bollettino 17 settembre: boom di contagi, 13 morti

Covid-19, bollettino 17 settembre: boom di contagi, 13 morti come comunicato proprio poco fa dalla Protezione Civile.

Coronavirus bollettino
Protezione Civile, bollettino coronavirus

L’emergenza Coronavirus continua a preoccupare l’Italia e in queste ore si registra una nuova impennata di contagi. Secondo quanto riferito poco fa dalla Protezione Civile attraverso il consueto bollettino, nelle ultime ventiquattro ore si conterebbero 1585 contagi, 13 morti e 689 persone guarite. I tamponi effettuati sarebbero addirittura 101.773, mentre c’è da registrare anche un aumento di terapie intensive (5) e di ricoveri (63).

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Coronavirus in Inghilterra, ministro annuncia lockdown locali

Coronavirus, aumentano i casi a Polignano

Intanto arrivano pessime notizie anche da Polignano a Mare, dove nei giorni scorso è stato registrato un importante focolaio nell’azienda ortofrutticola Sop. Oggi si conterebbero infatti 90 persone positive, addirittura 20 in più rispetto a martedì scorso. Una situazione, dunque, da monitorare con grande attenzione e di cui vi daremo sicuramente aggiornamenti importanti in caso di novità rilevanti.

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Coronavirus, focolaio a Polignano: sale il numero dei contagi

LEGGI QUESTO ARTICOLO >>> Coronavirus, Trump: “Vaccino a ottobre”. E il Covid arriva nella Casa Bianca

Ultime news

Matera turiste inglesi

Matera, caso turiste inglesi violentate: indagato un ottavo giovane

Il caso delle turiste inglesi violentate vicino Matera ha scosso l'opinione pubblica: adesso c'è un nuovo indagato, riconosciuto sui social. Nella notte tra il 7...