“Ad Arzano, esecuzione in un centro abbronzante, come nelle prime scene di Gomorra. E ci accusavano di descrivere una realtà inesistente…“: lo scrive in un tweet lo scrittore Roberto Saviano, autore di “Gomorra”, facendo riferimento al duplice delitto compiuto in serata nel Napoletano.

Il duplice omicidio ha richiamato la scena iniziale del film “Gomorra” di Matteo Garrone, ispirato al libro di Saviano, nella quale alcuni giovani vengono uccisi proprio mentre sono all’interno di un centro estetico.