Paolo Cannavaro inaugura il reparto di oncologia del Cotugno

-Paolo_Cannavaro

Lunedì scorso è stato inaugurato il nuovo reparto di oncologia dell’ospedale Cotugno. A tagliare il nastro ci ha pensato un ospite d’eccezione: Paolo Cannavaro. Il capitano del Napoli ha dichiarato grande solidarietà per i malati oncologici e ha rivolto loro i suoi migliori auguri per una futura guarigione. Cannavaro ha poi visitato l’intero reparto insieme al responsabile, il dott. Vincenzo Montesarchio, al dott. Antonio Giordano, direttore generale dell’ospedale e a Raffaele Calabrò, consigliere per la sanità del Presidente della Regione Campania. Oltre a queste personalità di spicco, erano presenti alla cerimonia d’inaugurazione anche alcuni ex calciatori del Napoli: Pino Taglialatela, Gianni Di Marzio e Antonio Iuliano.

Per l’apertura definitiva bisognerà però attendere l’arrivo di altri infermieri, previsto per la prossima settimana. A breve, quindi, i pazienti potranno usufruire della nuova struttura, pensata per rispondere ai bisogni della persona, oltre che a quelli dell’ammalato. La degenza in ospedale, infatti, può rivelarsi estremamente pesante per i pazienti, oltre che per la tensione derivante dal proprio stato di salute, anche per la qualità della loro vita che subisce un drastico calo. Il nuovo reparto dell’Azienda Sanitaria dei Colli (nata dalla fusione tra Monaldi, Cotugno e CTO) mira proprio a colmare queste lacune, creando spazi a misura di paziente. In ciascuna stanza ci sono al massimo due letti e tutti i comfort di una casa: schermi ultrapiatti, bagni privati, connessione internet, quadri alle pareti ed ambienti colorati. Grande attenzione anche per i familiari dei pazienti: sono infatti stati adibiti appositi spazi per le visite ed angoli cottura per dare la possibilità ai parenti di cucinare, per se stessi e per il proprio caro, direttamente in struttura. Come sottolinea il dott. Giordano si tratta di un reparto nato dalla volontà di curare i pazienti, ma anche di prendersi cura di loro. Sarà data loro, inoltre, l’opportunità di ricevere un sostegno psicologico da parte dell’ UO di Psicologia, di cui è responsabile il dott. Alberto Vito, e dei volontari del progetto S.O.R.R.I.S.O. È innegabile il desiderio di migliorare ulteriormente la sanità in Campania, riuscendo così a fornire cure adeguate e ad evitare che gli ammalati siano costretti a costose trasferte.

Per ora il reparto, sito al quarto piano dell’ex ospedale Cotugno, potrà ospitare 11 pazienti. Si tratta certamente di un tassello importantissimo per l’umanizzazione delle strutture sanitarie italiane e un esempio di impegno di squadra che si spera sia fonte di ispirazione per tutti gli addetti ai lavori.


Valeria Fiorenza Perris - © Riproduzione riservata

Commenti di Facebook