SHARE

Lella Gallifuoco, rappresentante della storica azienda “Da Pasqualino” in auge nel “pianeta pizza” fin dal lontano 1924, ha conquistato il primato mondiale per il segmento “Pizza fritta” alla XIII edizione del Pizza World Cup recentemente conclusa. La nota maestra istruttrice partenopea doc, definita affettuosamente “Lella” dai sui familiari ede amici, ha ottenuto anche un significativo piazzamento nell’ambito della categoria Calzone Doc, conseguendo la quinta posizione. La kermesse promossa ed organizzata da “Follie Production” , diretta da Mario Folliero, segretario generale, che vede alla Presidenza il Dott. Cav Alfredo Folliero, fondatore dell’ UPT&R (Unione Europea Pizzaiuoli Tradizionali & Ristoratori), si è svolta come di consueto al Palacavicchi di Ciampino (Roma) ed ha visto la partecipazione del senatore Bartolomeo Amidei della 9 Commissione Agricoltura con il quale è stato tirato il bilancio positivo che dovrebbe portare presto all’approvazione della proposta di legge presentata unitamente all’ UPT&R dall’illustre componente del Senato per il riconoscimento della professione di pizzaiuolo con la conseguente nascita di un albo dove sarà possibile iscriversi solo se in possesso di determinate caratteristiche che il dictat legislativo prevede. Accanto a lui altri esponenti del mondo dello showbiz e del professionismo italiano come Vincenzo Soriano, protagonista del film di Angelo Antonucci “Con tutto l’amore che ho” , insieme a Barbara De Rossi, Cristel Carrisi, Sandra Milo, Patrizio Rispo, Biagio D’Anelli ed altri, attualmente candidato tra i film in concorso per il David di Donatello, l’attrice Susanna Mendoza, giornalisti del settore come Simona Buonaura per “Pasticceria internazionale” e per “Il Brigante”, Antonio Pace, Presidente dell’AVPN (Associazione Verace Pizza Napoletana), Antimo Caputo, titolare dell’omonimo mulino, Gaetano Torrente, titolare dell’azienda di pomodoro “La Torrente”, Cinzia D’Acierno per Rossopomodoro, Salvatore Varriale in rappresentanza della “Rispo”, Felicia Donnarumma con i suoi vini “Bomba d’amore”, il pluricampione di pizza Umberto Fornito, il maestro pizzaiuolo Evandro Taddei. Molto emozionante il momento della consegna di una targa ad Alfredo Folliero dalla “Federation des Pizzaiolos de France” quale Membre d’ Honner. Esilarante l’esibizione artistica di Vincenzo De Lucia, vincitore del Premio Alighiero Noschese, che ha intrattenuto gli ospiti durante l’evento con simpatiche imitazioni di noti personaggi. A condurre la due giorni “maratona pizza”, in maniera spigliata lo showman Enzo Calabrese. Super Campione dell’anno 2016 è stato proclamato Claudio Vicanò, valmontonese doc che vive e lavora in Svizzera, mentre per la Campania, oltre ai conferimenti riconosciuti alla già citata Raffaella Gallifuoco, a Rossella Lombardi è toccato il Premio come Pizzaiuolo Emergente , secondo posto per Claudio Di Pietro nella Pizza Marinara ed un terzo posto nella Pizza Margherita Doc è stato assegnato a Ciro Urzitelli che si è piazzato sesto nella Categoria Pizza Fritta.

SHARE